F1 | GP USA – Alfa Romeo, Giovinazzi: “Abbiamo fatto un buon lavoro come squadra”

Alfa Romeo è andata vicino alla zona punti nel GP degli USA con Raikkonen e Giovinazzi. L’italiano ha concluso 11° e Kimi ha chiuso la gara 13°.Giovinazzi gp usa

Alfa Romeo è andata vicino alla zona punti nel GP degli USA con Raikkonen e Giovinazzi. L’italiano ha concluso 11° e Kimi ha chiuso la gara 13°. Per la seconda gara consecutiva, la squadra ha mancato di poco il premio per i propri sforzi al termine di una gara coraggiosa e offensiva. Partiti rispettivamente 12° e 15°, Antonio e Kimi sono partiti bene. Con il passare dei giri, Kimi, che aveva accusato alcuni danni dopo uno scontro con Fernando Alonso all’inizio della gara, è salito meritatamente al decimo posto e si stava difendendo da Sebastian Vettel quando un testacoda ha posto fine alla sua resistenza.


Leggi anche

F1 | GP Stati Uniti 2021 – Classifica piloti e team [Round 17/22]


Antonio Giovinazzi

“È stata una buona gara, con alcuni bei combattimenti lungo il percorso, in particolare con Fernando [Alonso]. Ho cercato di trattenerlo il più possibile ma alla fine è stato solo più veloce: comunque è bello lottare con uno come lui, un campione del mondo. Siamo andati ancora una volta molto vicini alla zona punti, e probabilmente il secondo stint è quello in cui ci siamo persi perché non siamo riusciti a far funzionare bene quelle gomme. Abbiamo fatto un buon lavoro come squadra, scambiandoci di posto quando Kimi poteva spingere di più in quella parte della gara, e questo ha quasi pagato”.

Kimi Raikkonen

“La macchina si sentiva davvero bene, soprattutto nella prima parte della gara, e siamo riusciti a lottare nella top ten. Sfortunatamente, all’inizio del secondo stint ho avuto uno scontro con Alonso e ho avuto un danno al fondo: non ha influito molto sull’equilibrio della vettura, ma sembrava che in seguito abbiamo finito le gomme molto più velocemente. Alla fine della gara, non avevo davvero molto posteriore, proprio mentre cercavo di spingere forte per stare davanti a Sebastian [Vettel]. È un peccato non portare a casa nessun punto oggi: sembriamo sempre di essere lì o nei paraggi ma questa volta non doveva essere”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.