F1 | GP USA – Altra prova di forza della Red Bull a Austin: “Gara gestita alla perfezione”

Al GP USA arriva un’altra prova di forza da parte di Red Bull. Dopo la Turchia, anche a Austin entrambe le vetture finiscono sul podio con Verstappen che vince davanti a Lewis Hamilton e Sergio Perez.

gp usa red bull
Foto: unknown

Si pensava potesse essere la gara del contro-soprasso da parte di Lewis Hamilton. Invece, al GP USA è arrivata un’altra prova di forza da parte della Red Bull. Il team guidato da Christian Horner è riuscito a massimizzare quanto seminato in qualifica, concludendo ancora una volta con entrambe le vetture a podio.

Per Max Verstappen si è trattata dell’ennesima gara gestita in maniera magistrale, segno di una maturità ormai raggiunta pienamente. Per Sergio Perez il secondo podio consecutivo dopo quello di Austin che fa ben sperare per il finale di stagione. A cinque gare dalla fine sono dodici i punti di vantaggio su Lewis Hamilton con il Messico, storicamente pista Red Bull, alle porte.

“Sicuramente è stata una gara emozionante ed è incredibile aver vinto anche ad Austin“, ha dichiarato Max Verstappen. Per il pilota olandese non è stato facile tenersi dietro Lewis Hamilton visto il gran passo gara della Mercedes nel finale. “Sono stato sotto pressione per tutta la gara e non sapevo quanto in fretta Lewis mi avrebbe raggiunto. Credevo di essere partito bene ma poi mi sono ritrovato Hamilton davanti. Per questo abbiamo optato per una strategia più aggressiva, fermandoci prima della Mercedes”.

Una vittoria rimasta in bilico fino alla fine con Hamilton che probabilmente con un giro in più avrebbe afferrato la Red Bull numero 33. “Gli ultimi due giri sono stati molto difficili. Non avevo più molto grip. Per fortuna avevo la Haas davanti e ho potuto sfruttare il DRS. Abbiamo dato tutto ciò che potevamo e come Team è fantastico che anche Sergio sia finito sul podio”, ha concluso Max Verstappen.

Altro podio per un Sergio Perez costretto a fare i conti con un problema al sistema usato per bere. “Penso sia stata la gara più lunga e difficile della mia vita. Non mi sentivo molto bene prima della gara e poi non ho potuto bere per l’intero Gran Premio. Faceva molto caldo e a livello fisico è stata davvero durissima. Intorno al ventesimo giro ero distrutto e mi dispiace non aver potuto tenere il ritmo di Lewis e Max. Non vedo l’ora di tornare in Messico. La squadra ha sempre fatto bene e avremo una buona macchina. Spero di poter essere sul podio anche nella gara di casa.


Leggi anche: F1 | GP USA – Toto Wolff commenta la gara: “Avremmo potuto vincere, ora bisogna davvero spingere”


Un Christian Horner più che soddisfatto dopo la gara di Austin. Altri punti guadagnati su Hamilton e la Mercedes che riaprono anche la corsa al titolo costruttori. Una vittoria e un doppio podio incredibili. Non vincevamo qui dal 2013 e l’abbiamo fatto in una maniera spettacolare. Abbiamo gestito la gara alla perfezione. Ora ne mancano solo cinque e sappiamo che ci sono piste su cui andremo meno forti e altre più favorevoli alla nostra vettura. Sarà un finale molto equilibrato, ha concluso Horner.

Seguici anche su Instagram