F1 | GP USA – Analisi post gara Pirelli: Bottas trova la strategia vincente, ma è di Leclerc il giro veloce

Bottas vince la gara e Hamilton il titolo mondiale in un GP ricco di strategie, studiate nell’analisi Pirelli, e battaglie fra i piloti in top 3, alla ricerca della giusta mescola. GP USA analisi Pirelli

GP USA analisi Pirelli
Formula1.com

GP usa analisi Pirelli

I punti salienti della gara:

  • Bottas è partito dalla pole ma ha perso la prosizione a vantaggio di Hamilton dopo aver fatto una sosta in più. Il finlandese ha infine sfruttato la gomma più fresca per riprendersi la posizione e vincere la gara.
  • Hamilton è stato uno dei cinque piloti della top 10 a partire sulle medie. Per il secondo stint ha optato per le hard, che hanno richiesto un’attenta gestione.
  • Verstappen è stato il principale diretto rivale di Bottas, il quale ha adottato una strategia similie a quella del pilota Red Bull. Sfortunatamente Max non è riuscito a superare Hamilton e si è accontentato del terzo gradino del podio.
  • Leclerc ha utilizzato tutti e tre i tipi di mescole, prendendo il punto extra per il giro veloce nel suo terzo stint. GP USA analisi Pirelli
  • Albon, che ha chiuso dietro al monegasco, è stato l’unico pilota a fare tre soste.
  • In totale sono state impiegate ben 5 differenti strategie durante il GP al COTA.
  • Le temperature alte hanno indirizzato diversi piloti alla scelta della gomma hard per il loro secondo o terzo stint.
GP USA analisi Pirelli
Pirelli.com

Le parole di Mario Isola, responsabile Pirelli F1 e Car Racing:

Gli ultimi giri sono stati particolarmente tesi: attendevamo di capire se Hamilton potesse vincere la gara nonostante una sola sosta, con piloti al suo inseguimento con mescole molto più fresche di quelle dell’inglese. Alla fine non ha ottenuto la prima posizione, ma ha lottato egregiamente e si merita le congratulazioni per la vittoria del sesto titolo mondiale. Congratulazioni anche a Bottas per aver vinto la gara, adottando una strategia completamente diversa. Le alte temperature hanno fatto si che molti piloti utilizzarssero la gomma hard e facessero ben due pit stop. Desideriamo vedere più gare di questo genere, con i piloti in lotta sin dal primo giro e che si affidano a diverse strategie per sorprendere gli avversari.”

GP Usa Analisi Pirelli
Pirelli.com

Foto e dati Pirelli

Seguici su Twitter

F1 | Codemasters rinnova il contratto per il gioco ufficiale

Simona D.

Studentessa di lingue appassionata di motori che spera, un giorno, di poter trasformare la sua passione nella sua professione.