F1 | GP USA, anteprima Alfa Romeo – Raikkonen: “Ho dei bei ricordi ad Austin”

Kimi Raikkonen correrà per l’ultima volta sul circuito dove 3 anni fa ha conquistato l’ultima vittoria della sua carriera. Antonio Giovinazzi vuole mettersi alle spalle l’episodio controverso della Turchia per convincere il team a confermarlo anche per la prossima stagione. Alfa Romeo GP USA F1 Austin.

Alfa Romeo GP USA F1 Austin
Kimi Raikkonen al volante dell’Alfa Romeo C41 – Credit: RaceFans

L’Alfa Romeo giunge oltreoceano dopo aver mancato la ghiotta occasione di segnare punti in Turchia. Ad Istanbul i due alfieri del Biscione hanno infatti concluso in 11esima e 12esima posizione, con Giovinazzi subito davanti a Raikkonen ed entrambi immediatamente alle spalle dell’Alpine di Esteban Ocon. Alfa Romeo GP USA F1 Austin.

Un piazzamento a punti che è stato mancato soprattutto a causa della mancanza di comunicazione fra il team ed i 2 piloti. Va altresì detto che la scuderia svizzera da qualche anno ormai si rende costantemente protagonista di scelte strategiche a dir poco discutibili che vanifica in certe occasioni la buona competitività della vettura.

La C41 ad inizio stagione sembrava in grado di potersela giocare con le altre vetture di centrogruppo, ma le prestazioni sono poi scemate col proseguo della stagione. Prestazioni poi tonate in auge dopo la pausa estiva, come dimostrano le due grandi qualifiche di Antonio Giovinazzi a Zandvoort e Monza. Ma come detto, proprio sul più bello, sfortuna, errori dei piloti o del muretto mandano puntualmente all’aria i sogni di gloria della scuderia di Hinwil.

La stagione dell’Alfa Romeo non si può infatti certamente definire positiva. Soltanto 4 volte infatti i suoi piloti sono riusciti a concludere tra i primi 10. L’obiettivo è ora resettare quanto accaduto e cercare di tornare a casa dagli Stati Uniti con qualche punto.

Il Circuit of the Americas rievoca dolci ricordi a Kimi Raikkonen, che correrà per l’ultima volta sul circuito dove 3 anni fa ha ottenuto la sua ultima vittoria in Formula 1 al volante della Ferrari SF71H. Il finlandese, come noto, appenderà il casco al chiodo alla conclusione della stagione 2021.

Antonio Giovinazzi dovrà sfruttare ogni minima occasione se vorrà restare in Formula 1 anche nel 2022. Il suo sedile è infatti l’unico ancora libero per la prossima stagione e diversi sono i piloti che ambiscono ad accaparrarsene. Le possibilità per dimostrare il suo valore non sono più molte visto che mancano solo 6 appuntamenti al termine della stagione. Ben figurare nelle ultime gare potrebbe significare la svolta della sua carriera.

Kimi Raikkonen

“Ho dei bei ricordi del COTA: ovviamente è stato il luogo in cui ho segnato la mia ultima vittoria, quindi è una bella cosa a cui ripensare, ma una volta che salgo in macchina non importa. Sappiamo che dobbiamo fare tutto bene se vogliamo portare a casa qualcosa dalla gara, che inizia venerdì. Abbiamo fatto due gare in cui le condizioni stavano cambiando e abbiamo dovuto reagire, ora vediamo cosa ha da offrire il weekend in America e dove finiremo”.

Antonio Giovinazzi

“Non vedo l’ora che arrivi il fine settimana ad Austin. È sempre un bel posto da visitare, le persone sono super amichevoli e la città è fantastica. Ricordo con affetto la volta in cui abbiamo corso lì nel 2019, è stato un weekend fantastico e spero che questa volta sarà lo stesso. È stato frustrante perdere i punti per un margine così piccolo in Turchia, avevamo il ritmo per portare a casa un piazzamento tra i primi dieci, ma così non è stato. Dovremo dare il 100% anche questa volta e speriamo di fare un weekend migliore rispetto a due settimane fa”.

mm

Elia Aliberti

Classe 1994, studente di ingegneria meccanica. Appassionatosi alla Formula 1 ed al motorsport fin da tenera età, sulle orme dei trionfi di Schumacher e della Ferrari