F1 | GP USA – Aston Martin: incredibile rimonta per Vettel, Stroll in difficoltà

Aston Martin, nel suo debutto al GP USA, porta a casa un solo punto grazie a Sebastian Vettel, partito diciottesimo e arrivato decimo. A sorprendere quindi, è la rimonta del tedesco, mentre Lance Stroll guadagna solo una posizione, arrivando dodicesimo.

GP USA Aston Martin

Battesimo americano per Aston Martin, che questo weekend ha disputato per la prima volta un GP USA. Dopo le qualifiche complicate di sabato, anche a causa della penalità di Vettel, la domenica ha portato qualche speranza in più. La scuderia porta a casa un solo punto grazie al pilota tedesco, ma il passo gara rivelato durante la sua grande rimonta lascia ben sperare.

Vettel, infatti, dopo essere partito diciottesimo, ha giocato le sue carte in modo brillante insieme al team ed è risalito fino alla decima posizione. Chi si è trovato in difficoltà invece, è stato Lance Stroll, partito tredicesimo e arrivato una sola posizione più avanti. Nonostante il bottino scarso che l’Aston Martin porta a casa dal GP USA però, il team si mantiene saldamente al settimo posto del campionato costruttori, con 62 punti.

Sebastian Vettel

“Oggi abbiamo segnato un solo punto e abbiamo dovuto lottare duramente. È stata una bella rimonta dopo la penalità in griglia di partenza di ieri ed il ritmo oggi era buono. Come ci aspettavamo, è stata una gara difficile, soprattutto gestire le gomme con la pista molto calda”.

“Ci ha aiutati il fatto che tutti si siano fermati abbastanza presto, perché con il team sapevamo che avremmo avuto più possibilità aspettando un po’ di più per rientrare. Questo ci ha permesso di avere gomme più fresche alla fine, quando era più importante e così siamo riusciti a risalire fino alla top 10. È stata una buona strategia da parte del team. Con un paio di giri in più avremmo raggiunto Tsunoda, ma considerando da dove siamo partiti, penso che conquistare un punto sia un buon risultato”.

Leggi Anche:

F1 | GP Stati Uniti 2021 – Classifica piloti e team [Round 17/22]

Lance Stroll

“Non è stato il nostro fine settimana. Dopo le qualifiche di ieri, dove siamo stati penalizzati dalla bandiera gialla, oggi sono stato colpito alla prima curva nel primissimo giro. Il contatto mi ha fatto indietreggiare di qualche posizione, oltre a danneggiare pesantemente l’ala anteriore. Questo ha impedito una prestazione ottimale, ma siamo comunque riusciti a risalire la classifica. Tuttavia, conquistare più punti era semplicemente troppo complesso oggi. È una gara da dimenticare, andremo avanti e cercheremo di torna più forti e veloci in Messico”. 

Otmar Szafnauer, CEO e Team Principal

“Lance è stato vittima di un goffo affondo di Latifi alla prima curva del primo giro, che lo ha relegato in diciannovesima posizione e ha causato danni all’ala anteriore. Da li, anche se ha superato entrambe le vetture Haas al secondo giro, non sarebbe mai riuscito a ed entrare in zona punti. Ha fatto del suo meglio ed è finito 12°. Sebastian ha effettuato una partenza pulita e ha corso 12°, appena davanti a Lance, per gran parte dell’ultimo terzo della corsa. Al giro 52 ha passato Giovinazzi per l’11 posto, con una mossa ben eseguita. Al giro successivo poi, è diventato decimo sorpassando Räikkönen, che è andato largo davanti a lui”. 

“Un solitario punto in Campionato è una ricompensa scarsa per una guida così bella, ma i nostri strateghi hanno fatto del loro meglio. La chiamata ritardata per i primi pit stop si è rivelata giusta e abbiamo massimizzato tutte le opportunità a nostra disposizione”.

 Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

Desirée Palombelli

Classe 1999, aspirante giornalista. Studio Relazioni Internazionali a Roma e scrivo di Formula 1.