F1 | GP USA- Durante la gara Mazepin aveva i piedi “in fiamme”

Haas sta esaminando il problema al vano piedi del telaio di Nikita Mazepin: il pilota ha sofferto di bruciore ai piedi durante il Gran Premio degli USA. Non è il solo problema che il russo ha avuto nel corso del weekend ad Austin.

Mazepin USA
Credits Haas F1 Facebook

 

Un Gran Premio degli USA davvero sofferto per Nikita Mazepin che ha patito non poco sul piano fisico durante la gara: si è allentato il poggiatesta sulla sua Haas, sentiva bruciore all’altezza del vano piedi del telaio. Il pilota aveva definito con queste parole il suo Gran Premio: “molto solitario, noioso e doloroso“.

Il surriscaldamento al vano piedi

Partiamo dalla sensazione di piedi “in fiamme”, non è stata la prima volta che Mazepin segnala questo problema nel vano piedi della sua Haas VF-21.

Tuttavia, non è un problema segnalato dal compagno di squadra, Mick Schumacher. Inoltre, questo è lo stesso telaio utilizzato lo scorso anno da Romain Grosjean e Kevin Magnussen, che non hanno sofferto lo stesso problema durante la guida.

Un paio di volte si è lamentato del fatto che i piedi si fossero surriscaldati“, ha detto il capo del team Haas Guenther Steiner. “Cerchiamo sempre di migliorarlo, ma sembra che succeda solo a lui”.

Questo è lo stesso telaio dell’anno scorso, quindi non abbiamo mai avuto problemi con questo. Non ho chiesto specificamente a Mick, ma non si è mai lamentato e di sicuro lo avrebbe fatto”.

Mick quest’anno ha avuto dei problemi con il sedile,  Haas è riuscita a risolvere il problema durante la pausa estiva.

Quindi dobbiamo esaminare il motivo per cui diventa caldo. Dobbiamo fare qualcosa, forse il prossimo passo è fare qualcosa alla partenza. Non c’era niente di rotto o altro, ma non è la prima volta che si lamenta di quello“.

Mazepin ha detto alla radio che stava “piangendo” in macchina a causa di questo problema.


Leggi anche: F1 | Il tatuaggio di Zak Brown è il risultato di una sfida con Toto Wolff


Il problema al poggiatesta

Questo non è stato l’unico problema che ha affrontato Mazepin durante il Gran Premio degli USA..

Il pilota fatto una brutta partenza, ma la sua gara è stata compromessa quando il poggiatesta si è spostato nel corso del primo giro.

Mazepin stava combattendo lungo il rettilineo dopo aver attaccato Sebastian Vettel nel tornante precedente, quando il suo poggiatesta si è sollevato.

Alla curva 2, il poggiatesta si è staccato dalla mia auto“, ha detto Mazepin. “All’inizio il poggiatesta si è sollevato e mi impediva di vedere bene gli specchietti.  Ho dovuto chiedere al team se c’era qualcuno intorno a me, perché non potevo sapere dove girare o meno.

Il team gli ha chiesto di rientrare per sistemarlo, perché non poteva proseguire la gara in quelle condizioni

Devi entrare nei box perché altrimenti ottieni una bandiera nera per motivi di sicurezza, il poggiatesta fa parte della tua protezione“, gli hanno comunicato via radio.

Il pilota è quindi dovuto tornare ai box per sistemarlo. L’ingegnere di gara, Ayao Komatsu, si è scusato per il problema quando Mazepin ha terminato la gara a due giri dalla 17a e ultima posizione.

Segnaliamo infine che durante le prove del venerdì Mazepin ha avuto dei problemi con il casco ed era dovuto rientrare ai box.

Ho fatto un casco per Austin in edizione speciale“, ha spiegato Mazepin, “quest’anno ho faticato molto con la visiera dei caschi Bell. A volte la visiera è difettosa e ha un piccolo foro dove entra l’aria. Quindi, a 330 km/h, tiene l’occhio destro aperto, il che non è l’ideale perché inizia a lacrimare, quindi ero solo arrabbiato per questo.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.