F1 | GP USA – Prove libere Ferrari, Sainz: “Nel complesso, sono contento del nostro venerdì e il ritmo è promettente”

I due piloti Ferrari, Sainz e Leclerc, hanno completato le prove libere del venerdì di Austin. Hanno lavorato sull’assetto e hanno iniziato a prendere confidenza con i dossi che caratterizzano l’asfalto del circuito, specie nel primo e nel secondo settore.

Prove libere ferrari sainz
credits: Scuderia Ferrari

I due piloti Ferrari, Sainz e Leclerc, hanno completato le prove libere del venerdì di Austin. Hanno lavorato sull’assetto e hanno iniziato a prendere confidenza con i dossi che caratterizzano l’asfalto del circuito. Nella sessione del mattino Sainz ha iniziato il turno con gomme Medium con le quali ha ottenuto 1’37”824. Una volta passati alla Soft è riuscito a migliorare sensibilmente scendendo a 1’36”508. Carlos ha percorso 20 giri in totale. Nel pomeriggio il programma si è ripetuto con i piloti che hanno iniziato a girare nuovamente con gomme Medium per verificare l’evoluzione della pista. A metà turno, per la simulazione di qualifica, Carlos ha ottenuto un 1’35”919 con gomma soft. I due si sono suddivisi il compito nella simulazione del passo gara: Charles ha girato con le Medium, Carlos con le Soft.


Leggi anche

F1 | GP USA – Verstappen, gestaccio a Hamilton nelle FP2, il team radio: “Stupido idiota…”


Il commento di Sainz

“Che bello essere di nuovo ad Austin! La pista è come sempre fantastica, e lo è stata sin dal primissimo momento. È un circuito stupendo e molto piacevole da guidare. L’asfalto è diventato più accidentato nel corso degli anni, ma penso che questa sia ormai una caratteristica del circuito e costituisce una sfida per auto e piloti.
Oggi abbiamo provato diversi assetti e siamo migliorati un po’ dalla prima alla seconda sessione. Nel complesso, sono contento del nostro venerdì e il ritmo è promettente, considerando che ho trovato traffico nel settore 3 durante il mio giro veloce e non sono riuscito a completare una tornata che sarebbe altrimenti stata molto buona.
Le temperature in pista oggi erano molto alte, il che ovviamente ha avuto un effetto sui long run, nei quali il degrado sulla mescola Soft si è manifestato rapidamente. Questo può rendere le cose difficili domenica, quindi è un fattore che va tenuto in grande considerazione.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.