F1 | GP USA, qualifiche Haas – Magnussen: “Tre decimi persi in curva 1 ci sono costati il passaggio in Q2”

Qualifiche deludenti per la Haas che si aspetta una gara in salita dovendo partire dal fondo con Magnussen P15 e Schumacher P18

qualifiche haas usa
La Haas in azione nelle qualifiche del GP di USA – @Coates / XPB Images

Sabato di qualifiche molto buio per il team di casa che vede entrambi i piloti uscire subito nel Q1. Kevin Magnussen si è qualificato P16 mentre Mick Schumacher P19 ma con la penalità di Zhou che partirà dal fondo della griglia, i due piloti guadagnano già una posizione. Sarà dunque una gara molto complicata per Haas che dovrà cercare di conquistare posizioni il prima possibile, in vista soprattutto del campionato costruttori.

Il Team Principal Günther Steiner si è detto molto deluso dalla prestazione della macchina:

Non era la performance che ci aspettavamo oggi. Sembrava che potessimo almeno passare nel Q2, ma non ci siamo riusciti. Le FP3 sono state un po’ interrotte da un problema alla monoposto di Mick, è riuscito comunque a fare alcuni giri ma non era l’ideale continuare. Entrambi i piloti non sono riusciti a fare un buon secondo giro veloce ed la competizione nel midfield è così serrata che come puoi ritrovarti in Q3, puoi anche uscire in Q1 ed è ciò che è successo oggi a noi. Il passo gara di Kevin oggi sembrava buono, perciò speriamo di poter lottare in gara. Partendo in P15 e in P18 possiamo ancora risalire, quindi ora ci stiamo preparando per fare una buona gara.”

Le parole dei piloti dopo le qualifiche

Il pilota danese Kevin Magnussen è abbastanza amareggiato dall’esito delle qualifiche: “A parte curva 1, è stato un buon giro. Ho perso tre decimi alla prima curva a causa di questo bump nel mezzo della pista. Per tutto il weekend abbiamo cercato di gestirlo al meglio, provando a non far saltare troppo la macchina in quel punto e sembravamo esserci riusciti. Tuttavia, per qualche ragione durante il giro la macchina ha fatto un grande balzo. Dopo questo salto, ho perso il posteriore e anche tre decimi che ci sono costati il passaggio in Q2. Domenica sarà un nuovo giorno e soprattutto siamo in una pista dove è possibile fare sorpassi, pertanto se avremo un buon passo potremo ritornare a combattere per dei punti.”


Leggi anche: F1 | GP USA – Qualifiche positive per la Williams, Albon ottavo: “Risultato inaspettato”


Il compagno di squadra Mick Schumacher ha evidenziato i problemi riscontrati in curva 1: La macchina aveva il passo per poter accedere al Q2 tranquillamente e con il potenziale per entrare in Q3, perciò dispiace che non siamo stati in grado di dimostrarlo. Qui è molto ventoso e ci sono tanti bump, inoltre le monoposto sono complesse da gestire. E’ un peccato aver perso la macchina in curva 1 perché non abbiamo potuto conoscere il vero potenziale che avevamo. Non ho guidato molto durante le FP3, dunque guarderemo i dati di Kevin per cercare di sistema l’auto al meglio per la gara. Speriamo di poter avere un buon passo per lottare per qualche punto.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter