F1 | GP USA- Sintesi Gara: di forza vince Valtteri Bottas, davanti al 6 volte campione del mondo Lewis Hamilton e Max Verstappen. Leclerc quarto. Vettel ritirato.

E’ in Texas che Lewis Hamilton, 2°, diventa per la sesta volta in carriera campione del mondo, arrivando a -1 da Michael Schumacher. Vince Bottas. Sul podio Verstappen. Leclerc quarto. Vettel ritirato. F1 USA sintesi

TOP 3 – GP USA 2019 – Foto: F1

Sintesi GP USA F1 USA sintesi

Partenza

Ottima partenza di Bottas che tiene la prima posizione. Non benissimo Vettel che perde la posizione su Verstappen in curva 1 e allo snake viene sorpassato da Hamilton e Leclerc. Vettel viene passato anche da Norris e da Ricciardo finendo in 6° posizione. Nelle prime curve contatto tra Albon e Sainz. Il thailandese al secondo giro è costretto a fare una sosta. F1 USA sintesi

La partenza – Foto: F1

Momento di difficoltà per entrambe le Ferrari: Leclerc si allontana sempre più da Hamilton e Vettel non riesce ad avvicinarsi al duo Ricciardo-Norris.

Giro 9, colpo di scena: la sospensione posteriore destra di Vettel cede. Secondo ritiro per il tedesco in questo 2019.

Sospensione rotta per Vettel – Foto: F1

PIt Stop

A sorpresa al giro 14 Max Verstappen si ferma per la sosta: gomme Hard per l’olandese che lascia la seconda posizione a Hamilton e rientra 4° dietro Leclerc.

La Mercedes risponde subito alla Red Bull fermando Bottas che monta la stessa gomma ed esce in 3° posizione dietro Leclerc e davanti a Verstappen.

Sia Bottas sia Verstappen, con gomma fresca, passano subito Leclerc che, con gomma usata, è in netta difficoltà.

Va ai box anche Leclerc ma non gira nulla bene alla Ferrari. Problemi con la pistola posteriore sinistra. Charles esce in P6 dietro anche Ricciardo e Hulkenberg.

La Mercedes richiama Hamilton che però non si ferma e subisce l’attacco di Bottas che riprende la leadership del Gran Premio. Alla fine del giro Lewis decide di fare la sosta rientrando in 3° posizione.

Lotta per la vittoria

Hamilton dopo la sosta spinge come un matto guadagnando giro dopo giro terreno su Bottas e Verstappen.

Siamo tutti annoiati senza i nostri sport preferiti, ma solo collaborando ANDRÀ TUTTO BENE.
Se non è indispensabile, RESTA A CASA!

Dopo soli 14 giri, effettuano la seconda sosta sia Verstappen sia Bottas. La nuova classifica al 36° giro è: HAM-BOT-VER-LEC.

Bottas deciso a voler prendere la posizione su Hamilton, che è in piena gestione gomme, va fortissimo siglando al secondo giro con la gomma nuova il nuovo, stratosferico, record della pista in gara (1.36.957, battuto il 1.37.392 di Hamilton lo scorso anno).

Hamilton in gestione gomma – Foto: F1

Intanto effettuano un’ulteriore sosta Albon e Leclerc: entrambi montano gomme Soft: Albon P10, Leclerc mantiene la P4 e sigla il nuovo giro veloce in gara (1.36.169).

Al 49° giro Bottas si porta a 2 secondi da Hamilton, e comunica alla squadra di non voler più sentire comunicazioni dal muretto box: inizia la sfida per la vittoria della gara tra i due della Mercedes.

Giro 51: ruota a ruota tra i due della Mercedes, Hamilton accompagna fuori Bottas che però non si arrende e si riprende la leadership della gara nel giro successivo.

Bottas passa Hamilton – Foto: F1

Nel finale Magnussen parcheggia la sua monoposto in pista causando una bandiera gialla fino alla fine della gara ed è costretto al ritiro. Verstappen tenta di avvicinarsi ma con la bandiera gialla sorpassare è quasi impossibile.

Al traguardo

Valtteri Bottas, di forza, vince il GP degli Stati Uniti, precedendo Lewis Hamilton che per la sesta volta in carriera diventa campione del mondo (arrivando a -1 da Michael Schumacher) e Max Verstappen. Quarto Leclerc, quinto Albon.

F1 USA sintesi
Lewis Hamilton campione del mondo per la sesta volta in carriera – Foto: F1

Classifica finale

F1 USA sintesi
Classifica finale – GP USA 2019

Archiviato il GP degli USA, la F1 torna tra 2 settimane con il GP del Brasile, il penultimo della stagione 2019.

Seguici anche su Instagram

F1 | GP Stati Uniti 2019 – Griglia di partenza, strategie e gomme disponibili per la gara