F1 | GP USA – Uno straordinario Sergio Perez regala un punto alla Racing Point

Strepitosa la gara di Sergio Perez, che, grazie alla penalizzazione di Kvyat, sale in decima posizione, dopo essere partito dalla pit lane. La gara di Lance Stroll condizionata da un contatto al via nel quale ha danneggiato l’ala anteriore. Racing Point GP USA.

Racing Point GP USA
Sergio Perez – Credit: racingpointf1.com

Un weekend che sembrava definitivamente compromesso venerdì, quando il messicano ha ricevuto la notizia che sarebbe dovuto partire dalla pit lane per non aver effettuato le operazioni di peso nel corso della seconda sessione di libere. Racing Point GP USA.

Ed invece in gara Checo ha sfoderato l’ennesima prestazione super della stagione e si è andato a prendere la decima posizione che vale un punto in classifica per lui e per il suo team. La gara di Perez dimostra ancora una volta la grande crescita avuta dalla Racing Point a partire dal GP di Germania, gara in cui sono arrivati i primi aggiornamenti importanti che hanno migliorato notevolmente la vettura.

A ciò si aggiunge la perfetta gestione delle gomme avuta dal pilota messicano che gli ha consentito di effettuare una sola sosta contro le due effettuate da quasi tutti quelli che lo precedevano ed è così riuscito a risalire la classifica.

Un punto che è arrivato dopo la penalizzazione di 5 secondi comminata a Daniil Kvyat e che potrebbe rivelarsi decisivo al termine della stagione.

Racing Point e Toro Rosso si sono infatti presentate ad Austin appaiate in sesta posizione in classifica generale. Con il punto sottratto al pilota russo ed aggiunto a Perez, la scuderia di Silverstone ha una lunghezza di vantaggio, quando mancano due gare al termine della stagione.

Lotta per la sesta posizione che si preannuncia avvincente, poichè sia la RP19 che STR14 sono cresciute molto col passare delle gare ed adesso possiedono un livello di prestazione abbastanza similare.

Sfortunata invece la gara di Lance Stroll. La sua corsa è stata compromessa sin dal via quando ha rovinato la sua ala anteriore con un contatto alla prima curva con un’altra monoposto.

Sergio Perez

“Oggi abbiamo avuto una gara straordinaria e siamo riusciti a recuperare bene come squadra. Abbiamo usato una strategia ad una sosta molto aggressiva e abbiamo avuto un buon ritmo per tutto il pomeriggio. Nell’ultimo giro, Kvyat si è schiantato contro di me e mi ha danneggiato l’ala anteriore, ma è stato penalizzato e abbiamo recuperato il decimo posto. Un punto significa che saliamo al sesto posto nel Campionato costruttori, che è importante con due gare da disputare. Oggi è solo un punto, ma ogni punto conta alla fine della stagione”.

Lance Stroll

“È stato un lungo pomeriggio e sicuramente ho avuto giorni migliori. È un peccato perché la macchina si sentiva bene e sappiamo che possiamo lottare per ottenere punti, ma purtroppo le cose non sono andate per il verso giusto. Non ho avuto la migliore partenza quando sono stato stretto e abbiamo subito danni in curva 1. La pista era molto accidentata all’esterno della curva 2 ed ho colpito un avvallamento, ho avuto un grande sovrasterzo e ho perso posizioni. Data la nostra posizione in pista, il team ha cercato di tirare i dadi e mi ha portato ad una strategia a due soste. Stavamo mostrando un buon ritmo nel secondo stint, ma abbiamo finito le gomme verso la fine della gara. È un peccato, ma a volte hai giorni come questi e non ci resta che tornare a combattere in Brasile”.

Otmar Szafnauer, CEO e Team Principal

Vedere Sergio partire dalla pit-lane ed arrivare al traguardo nei punti è una fine soddisfacente per un pomeriggio impegnativo. Non è stato facile far funzionare la gara ad una sosta, ma Sergio ha fatto un lavoro fantastico nel gestire le gomme Hard e mantenere un buon ritmo per 31 giri. Le cose si sono un po’ confuse nell’ultimo giro quando Kvyat lo ha toccato, ma la giustizia ha prevalso quando i commissari hanno ristabilito Sergio in un meritato decimo posto. La gara di Lance è stata compromessa dall’inizio quando la sua ala anteriore è stata danneggiata ed è quasi caduto in fondo al gruppo. A causa del danno, che ha influito sul bilanciamento della vettura, siamo passati ad una gara a due soste ma alla fine abbiamo perso punti”.

F1 | UFFICIALE – Giovinazzi rinnova con Alfa Romeo per il 2020: “Non ho più scuse”