F1| GP Australia 2019-Bottas: “La macchina andava alla grande”

Valtteri Bottas domina il Gran Premio d’Australia, prestazione da incorniciare quella del finlandese. Dietro di lui, a completare la doppietta Mercedes, il compagno di squadra Lewis Hamilton. Terzo gradino del podio per Verstappen con la sua RedBull-Honda.

Sintesi gara

Foto: Mercedes AMG F1 Twitter

Bottas l’aveva detto ad inizio stagione che il pilota che avremmo visto nel 2019 sarebbe stato diverso e cosi è stato. L’alfiere Mercedes inizia il campionato nel miglior modo possibile, portandosi a casa la prima vittoria. Il 77 era sembrato molto in forma già durante le qualifiche, concluse in seconda posizione ad un soffio da Hamilton, ed in gara l’ha confermato. Il finlandese è riuscito a superare Lewis Hamilton in partenza sfruttando uno scatto non perfetto dell’inglese. Da quel momento in poi è stato imprendibile per tutti tanto che ha concluso la gara con 21 secondi di vantaggio sul diretto inseguitore. Bottino pieno per Bottas che grazie ad un 1:25.580 segnato nel giro 57 è riuscito a portarsi a casa anche il punto aggiuntivo del giro veloce. Gara sicuramente da ricordare per lui visto che non saliva sul gradino più alto del podio dal Gran Premio di Abu Dhabi 2017.

Foto: F1 Twitter

Queste le parole di Valtteri Bottas alla fine del GP:

“Credo che questa sia stata la gara della mia vita, sto ancora cercando di realizzare quello che è successo. Non so cosa dire, la partenza è stata molto buona. Non ho idea di cosa sia successo, ho sentito come se tutto fosse sotto controllo, stavo benissimo e la macchina andava alla grande oggi. È stato davvero molto piacevole, sono contentissimo di quello che ho fatto oggi. Volevo ottenere il giro veloce, c’è questa nuova regola a partire da questa gara e avendo un passo molto forte ho voluto provarci fino alla fine magari rischiando di consumare le gomme ma ne è valsa la pena. Non vedo l’ora di arrivare al prossimo Gran Premio.”

 

 

mm

Giada Di Somma

Appassionata di motori da sempre. Studio comunicazione a Roma e spero di poter rendere la mia passione un lavoro.