F1 | Gran Premio Australia 2019 – Toro Rosso: “Obiettivo zona punti”

La Toro Rosso conquista il Q2 nelle qualifiche del GP d’Australia con entrambi i piloti. GP Australia Toro Rosso

GP Australia Toro Rosso
Foto: scuderiatororosso.redbull.com (Albon n.23)

Dopo i test invernali si sapeva che la zona di centro gruppo sarebbe stata molto folta, ma nessuno si sarebbe immaginato una Toro Rosso così arrembante con il nuvo motore Honda. Il team di Faenza ha sorpeso tutti nel Q1 piazzando entrambe le vetture nelle primissime posizioni e qualificandosi per il Q2. Al termine della qualifica Albon e Kvyat hanno conquistato rispettivamente il 13° e il 14° posto. Entrambi i piloti si ritengono soddisfatti del risultato anche se non nascondono il rammarico per non aver conquistato l’accesso in Q3, ma si considerano fiduciosi in vista della gara, ecco le loro parole:

 

Foto: scuderiatororosso.redbull.com (Kvyat n.26)

Daniil Kvyat

“Ero contento per come stava andando il weekend, almeno fino alle qualifiche. In Q2 stavo facendo bene, poi le cose si sono un po’ complicate. All’ultimo giro ho avuto un po’ di traffico e Sebastian è uscito di pista. Non lo sto incolpando, ma semplicemente ho perso tempo in quel frangente. Dobbiamo rimanere ottimisti, perché c’è da tirare fuori ancora tutto il potenziale dalla vettura. Penso che il giro fatto in Q1 mi sarebbe bastato per entrare in Q3: ma è vero che non basta farlo una volta, bisogna essere in grado di ripeterlo. Dunque, lavoreremo per capire cosa è andato storto. È davvero bello tornare a spingere la macchina al limite, mi sono goduto ogni singolo giro di questo weekend, è stato fantastico! Domani possiamo provare a recuperare delle posizioni, perché il nostro passo nei long run non sembrava così male: con una buona gestione delle gomme e della strategia, vedremo cosa ci porteremo a casa”.

 

Foto: scuderiatororosso.redbull.com (Albon n.23)

Alex Albon

“Le mie qualifiche sono iniziate bene. Ho costruito costantemente il mio ritmo fino alla Q1, prendendo confidenza con la pista che ha avuto una grandissima evoluzione. Sono un po’ dispiaciuto di essere rimasto fuori dalla Q3: nei test invernali avevamo intuito che a centro gruppo saremmo stati tutti molto vicini, ma i distacchi sono così serrati per questo non ci si può permettere neanche il minimo errore! Sono soddisfatto del mio giro veloce, anche se penso al fatto che sarebbe bastato un altro decimo o un decimo e mezzo per essere in Q3. Su questa pista non è facile sorpassare, ma forse con i nuovi regolamenti avremo delle opportunità in più per risalire in classifica. I nostri long run sembrano piuttosto buoni: siamo vicini ai punti e questi restano il nostro obiettivo principale per domani. Sarò un po’ nervoso e non sono così sicuro di dormire tranquillamente stasera! Non vedo l’ora di correre la mia prima gara in F1, cercherò di tenermi lontano dai guai e portare a casa un buon risultato”.

F1 | GP Australia – Griglia di partenza