F1 | Green su Lance Stroll: “Malessere sia fisico che mentale dopo il Covid e cinque gare senza punti”

Il direttore tecnico della Racing Point ha parlato del malessere fisico e mentale che Lance Stroll sta passando dopo il Covid e cinque gare negative.

lance stroll malessere

Una buona prima parte di stagione culminata da un brillante podio a Monza, poi nulla più. Cinque gare negative, tra ritiri e posizionamenti fuori dai punti, e il Covid: Lance Stroll sta trascorrendo un periodo con qualche malessere, sia fisico che mentale.

Il giovane pilota canadese aveva ben iniziato il mondiale 2020. A parte il ritiro nella prima gara, il 22enne di Montreal è sempre riuscito ad andare a punti, fino a raggiungere il podio al Gran Premio d’Italia.

Da quel momento la stagione di Lance Stroll ha dovuto affrontare diverse peripezie, che hanno portato il ragazzo in un momento delicato.

Dopo Monza il pilota della Racing Point non è riuscito a proseguire il buon momento: i tre ritiri in Toscana, Russia e Portogallo, conditi dalla tredicesima posizione di Imola e dalla positività al Covid-19 che lo ha costretto al forfait al Nurburgring hanno condotto Lance Stroll in una condizione di malessere fisico e mentale.

Le parole di Andrew Green

A parlare del delicato momento è stato il direttore tecnico di Racing Point Andrew Green: “Senza dubbio Lance ha subìto un importante scossone, sia mentale che fisico, ha detto a RaceFans.

Al Mugello ha fatto un brutto incidente, quindi penso che questo abbia intaccato la sua fiducia. Ora, mentalmente, non è dov’era poche gare fa”, ha ammesso Green.

“Anche il virus lo ha messo fuori combattimento, è qualcosa che non avevamo previsto. Ora ha bisogno di un po’ di tempo per riprendersi anche da questa esperienza”.

“Penso – ha continuato il direttore tecnico della futura Aston Martin – che abbia bisogno di due gare all’attivo, che è quello che sta facendo, per ripartire e guardare avanti”.


“Al momento non è nelle migliori condizioni. Ha perso la fiducia, proveremo a stargli accanto per aiutarlo a riconquistare confidenza e benessere“, ha detto Green.

Il tecnico ha poi proseguito: Lo stress è tanto a questi livelli, ci sono margini davvero sottili, basta poco per andare in difficoltà“.

“Dobbiamo solo aiutarlo e riportarlo in carreggiata. Possiamo farlo, abbiamo gli strumenti, le persone. Penso che la metà di Lance abbia probabilmente bisogno di un abbraccio e di parole gentili che gli dicano: ‘Forza, rimettiti in sesto, guardiamo avanti alle ultime gare e torniamo terzi nel mondiale'”.

È più che capace di tornare in condizione. È solo in un momento delicato, ma tornerà ad avere fiducia nei propri mezzi”, ha concluso Andrew Green.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

F1 | Calendario 2021, Imola e Portimao nella bozza: saranno possibili riserve?

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.