F1 | Grosjean e l’opzione IndyCar: “Lì tutti hanno la possibilità di vincere”

“L’IndyCar è sicuramente una delle possibilità” Romain Grosjean, attuale pilota della Haas, apre le porte al campionato statunitense. Un’ipotesi, quella del francese, che potrebbe realizzarsi, sopratutto dopo aver saputo che solo 4 delle gare verranno disputate sui famosissimi ovali.

IndyCar Grosjean
©Essentiallysports

“L’IndyCar è sicuramente una delle possibilità” a parlare è Romain Grosjean, attuale pilota della Haas, in cerca di un sedile per l’anno prossimo. Solo poche settimane fa, infatti, il pilota francese ed il compagno Kevin Magnussen avevano annunciato il divorzio dal team statunitense.

Una scelta radicale, quella della scuderia guidata da Steiner, che nel 2021 avrà tra le sue fila, non uno, ma ben due nuovi piloti. Tra i possibili candidati per la line-up 2021, infatti, i più gettonati sembrano essere proprio Nikita Mazepin e Mick Schumacher, che al momento è in testa alla classifica per il titolo mondiale.

Voci ed ipotesi, dunque, anche se al momento l’unica cosa sicura è la difficoltà, per i piloti abbandonati dal team, di trovare un sedile, in una Formula Uno in crisi economica, anche a causa del Covid. Difficoltà che sta incontrando anche Grosjean e che potrebbero portarlo ad optare per l’America.

Nelle scorse settimane ho dormito male. Inutile dirlo, non è decisamente l’anno adatto per trovarti senza un contratto” ha rivelato amareggiato il francese. “L’Indy al momento è sicuramente una delle opzioni. Tra l’altro non sapevo fino a poco tempo fa che si sarebbero disputate solo 4 gare su ovali”.

Poco più di un mese fa, infatti, Romain aveva escluso la possibilità di correre nel campionato statunitense. Il motivo? I circuiti ovali, tipici di questa categoria e ritenuti decisamente spaventosi dal francese. Un problema, questo, che sembra essersi risolto da solo. L’anno prossimo, infatti, saranno solo 4 le gare su ovali, mentre tutte le altre verranno disputate su circuiti con layout decisamente più simili a quelli della F1.

“Ho già parlato con Ericsson e mi ha detto che a lui è piaciuto parecchio come campionato. E’ un cambiamento enorme, ovviamente. La cosa positiva, però, è che, anche se anche lì ci sono team più forti e team più deboli, tutti hanno l’occasione di vincere

“Ed è proprio questo quello che sto cercando: voglio correre in gare che posso vincere e dove sicuramente mi posso divertire” ha concluso l’attuale pilota della Haas.

Seguici su Telegram, FacebookInstagramTwitter.

Crozza è Binotto: “In Turchia corriamo con il camioncino di Bartolini, è più veloce ed è già rosso”