F1 | Grosjean: “Vettel è venuto a trovarmi in ospedale dopo l’incidente”

Grosjean torna a parlare del suo incidente in Bahrain, ricordando con piacere la visita in ospedale da parte di Vettel.

Grosjean incidente
Romain Grosjean – Foto: unknown

Romain Grosjean racconta nella sua autobiografia della visita in ospedale di Sebastian Vettel, dopo il terribile incidente del GP del Bahrain del 2020. Il pilota francese ricorda con particolare affetto questo gesto di Vettel, perchè crede lui e Seb abbiano una vita molto simile. Inoltre, Sebastian gli ha consigliato di non correre l’ultimo Gran Premio di Abu Dhabi, ma di tornare a casa dalla sua famiglia e di riposare.

Lo scorso 29 novembre, Grosjean ha subito uno degli incidenti più spaventosi della storia recente della F1. La storia dietro quel terrificante incidente ha dato vita all’autobiografia intitolata “La morte in faccia”, scritta dallo stesso Romain con l’ausilio di sua moglie.

In uno dei capitoli del libro, il francese ricorda i giorni successivi all’incidente. Lunedì, poche ore dopo l’accaduto, Grosjean ha ricevuto la visita inaspettata di Vettel all’ospedale. Era uno dei quattro piloti in griglia che sono andati a trovarlo dopo quello che era successo.

“Lunedì 30 novembre mi sono svegliato alle sei del mattino. Qualcuno è arrivato molto presto e in modo piuttosto inaspettato: Sebastian Vettel. Era preoccupato per me, scrive Grosjean nel suo libro.


Leggi anche: F1 | Alonso: “La Formula 1 deve essere rigorosa nel far rispettare le regole, faccia come il calcio”


Romain ricorda questa visita come una delle più speciali che ha ricevuto, poiché sente un legame speciale con Seb. Al momento dell’incidente, Grosjean pensava alla sua famiglia e, soprattutto, ai suoi figli. Anche Vettel ha figli e questo lo porta a pensare che sia uno dei piloti in griglia che lo capisce meglio, in quanto condividono le stesse priorità.

Seb è probabilmente il pilota a cui mi sento più vicino. Sta vivendo la mia stessa vita con i suoi tre figli e vuole proteggerla il più possibile”, continua Grosjean.

Grosjean ha ‘combattuto’ fino all’ultimo momento per correre ad Abu Dhabi, perché non voleva che il suo ultimo ricordo in Formula 1 fosse l’incidente. Quando ha raccontato a Seb di quest’idea, però, il pilota tedesco gli ha consigliato di tornare a casa dalla sua famiglia e riposare.

Quando gli ho detto che volevo correre nell’ultima gara, mi ha detto: ‘No, devi andare a casa e riposare!‘ Ho spiegato che era la fine della mia carriera e che non volevo finire in questo modo”, conclude il francese.

La visita del pilota Aston Martin è stata una delle più speciali, anche se non l’unica. Romain ha già spiegato che anche Kevin Magnussen, Esteban Ocon e Alex Albon sono andati in ospedale a trovarlo. Molti altri piloti gli hanno inviato messaggi per mostrare il loro sostegno dopo questo grande spavento.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter