Formula 1

F1 | Haas, così non va: Hulkenberg duro con la squadra

Hulkenberg manda un chiaro messaggio alla sua squadra una volta realizzato che gli aggiornamenti portati dalla Haas nelle ultime gare della stagione 2023 di F1 non hanno dato i risultati sperati.

Gli aggiornamenti della Haas non sono stati all’altezza delle aspettative e Nico Hulkenberg ha mandato un messaggio forte e chiaro alla sua squadra in vista del campionato di F1 2024.

Nico Hulkenberg Haas F1 duro con la squadra aggiornamenti
Foto: Autosport

Il pilota tedesco è tornato nel 2023 a ricoprire il ruolo di titolare dopo tre stagioni da riserva di Racing Point/Aston Martin. La sua stagione è stata estremamente buona, raccogliendo tre quarti dei punti conquistati dalla Haas in tutto l’anno.

Il settimo posto in Australia e il sesto nella sprint di Spielberg restano gli unici acuti in gara in un’annata ancora difficile per il team di Gunther Steiner. La Haas ha infatti dimostrato un ottimo passo in qualifica – Hulkenberg è entrato in Q3 ben nove volte. Tuttavia, la VF-23 è stata una vettura decisamente aggressiva sugli pneumatici e dunque con il serbatoio pieno in gara è stata un’altra storia.


Leggi anche: F1 | Crescono i malumori di Hulkenberg: il tedesco lancia segnali d’addio ad Haas


Gli aggiornamenti portati ad Austin avrebbero dovuto aiutare la Haas nello sprint finale della stagione per liberarsi dall’ultima posizione in classifica. La squadra americana non ha però ottenuto i risvolti sperati, anzi; ad Abu Dhabi la Haas ha usato il weekend per continuare a comparare i due pacchetti e Hulkenberg ha usato la specifica vecchia mentre Magnussen quella nuova.

Parlando a Sky Germania Hulkenberg è stato laconico nell’esprimere le sue perplessità, mandando un chiaro input alla squadra: “Ho dimostrato che la nuova macchina non è più veloce e questo è in maniera anche piuttosto ovvia un bel problema. È un messaggio a tutti i meccanici e ingegneri in fabbrica. L’anno prossimo dovremo lavorare in maniera diversa. Questo è stato il nostro problema quest’anno: il nostro sviluppo è stato in fase di stallo e siamo stati brutalmente superati“. 

“Erano estremamente simili, ma questo implica che non sia stato abbastanza: un aggiornamento dovrebbe essere capace di migliorare i punti deboli e non è stato il caso.” ha aggiunto il #27 nel corso del weekend scorso.

Haas dovrà lavorare duramente per cercare di scrollarsi l’etichetta di fanalino di coda. Una situazione delicata tra le altre cose anche in funzione del mercato piloti: Hulkenberg è un pilota decisamente ricercato nel mercato. 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter