Formula 1Interviste

F1 | Haas, Hulkenberg e quello shock per Gunther Steiner

Nico Hulkenberg ha raccontato i dettagli sull’addio di Gunther Steiner alla Haas e lo shock per la decisione di licenziarlo

A gennaio, in modo del tutto inaspettato, è arrivato l’improvviso licenziamento di Gunther Steiner da parte di Gene Haas, ma solo adesso Nico Hulkenberg si è confidato riguardo la reazione avuta. Il team principal italiano è stato licenziato a causa dei risultati deludenti, almeno a detta del proprietario della scuderia americana.

Steiner ha avuto un ruolo molto importante nella formazione di Haas e ha fatto in modo di portare sempre dei piloti di alto livello, come Nico Hulkenberg tra i tanti. Proprio il tedesco ha commentato lo shock avuto a causa del licenziamento inaspettato del mentore italiano.

haas hulkenberg gunther steiner
Photo by Mark Thompson/Getty Images

Gene Haas mi ha chiamato tra Natale e Capodanno per informarmi della sue decisione. Onestamente non me l’aspettavo e lì lì sono rimasto decisamente scioccato“. Inizia così il racconto del pilota tedesco in forza alla Haas dalla scorsa stagione, quando fu chiamato per sostituire Nikita Mazepin a seguito dello scoppio della guerra in Russia.


Leggi anche: F1 | La nuova era Racing Bulls VCARB può mandare in rovina la Red Bull?


Ho parlato con Günther diverse volte e parlare con lui è sempre molto divertente. Io e lui abbiamo un buon rapporto, sia a livello professionale che personale. Lui è stato in gran parte responsabile del mio ritorno in Formula 1 e gliene sono davvero grato” continua ancora il tedesco.

Mi ha riaperto la porta di questo mondo e, in parte per questo motivo, mi dispiace che se ne sia andato. Purtroppo questa è una decisione di Gene Haas e andremo avanti anche senza Gunther Steiner. Sarebbe ingiusto però non riconoscere che ha dato un grandissimo contributo commerciale al team. Non è un segreto che la serie Netflix abbia avuto un così grande successo“.

Mi mancherà e ci mancherà, ha costruito tutto questo, poiché la Haas era una sua idea, un suo piano aziendale e la sua partenza lascerà inevitabilmente un vuoto che dovremo riempire in qualche modo, ma dobbiamo iniziare a ricostruire. Ora è importante solo questo” conclude poi Hulkenberg.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.