F1 | Haas: Il fire-up della vettura avverrà solo ai test in Bahrain

Il team Americano Haas effettuerà il fire-up della vettura 2021 solo qualche giorno prima dell’inizio dei test in Bahrain a causa delle restrizioni covid.

Fire-up vettura Haas
Credits: haasf1team.com

La stagione 2021 è ormai alle porte, in questo periodo dell’anno i team di Formula 1 effettuano le prime accensioni delle loro vetture, i cosiddetti fire-up. Queste sono delle prove generali dove viene verificato che tutti  i collegamenti, da quelli idraulici a quelli elettrici, funzionino a dovere prima di far debuttare la macchina in pista. Il primo team ad effettuare la prima accensione è stato la McLaren il mese scorso.

I motivi di questo ritardo

Il team Americano ha due sedi Europee, una presso la Dallara in provincia di Parma e una in UK in Banbury. Il telaio è stato assemblato in Italia e successivamente spedito in UK dove avverrà il montaggio delle altre componenti, tra le quali il motore Ferrari. La corrente situazione sanitaria impedisce però ai tecnici della casa del cavallino di andare a lavorare in Inghilterra, essendo obbligati ad effettuare un periodi di quarantena in ingresso. Per questo motivo il team principal Guenther Steiner ha deciso di posticipare il tutto.

Fortunatamente, per la stagione 2021, verranno riutilizzate molte componenti della passata stagione. Il motore Ferrari subirà comunque un aggiornamento ma ciò non spaventa il team principal. Riportiamo ora alcune dichiarazioni rilasciate al sito F1.com da Steiner:“Abbiamo dei problemi con i tecnici Ferrari che dovrebbero venire a Banbury per accendere il motore perchè dovrebbero stare in quarantena, non possiamo permetterci questa perdita di tempo, abbiamo quindi deciso di effettuare il fire-up in Bahrain.  Ha poi aggiunto:“Certamente [è tardi], ma per nostro vantaggio molte componenti sono le stesse dello scorso anno, non è quindi così drammatico come se fosse successo in un altro anno. Oltre al motore, ci sono altre parti che non sono cambiate. Il cambio è uguale a quello dello scorso anno così come i cablaggi. Se non fosse stato questo il caso, sarebbe stato molto rischioso farlo [il fire-up] in Bahrain. Con questa situazione, il rischio è gestibile.”

I test avranno luogo sul circuito di Sakhir a partire dal 12 marzo e dureranno per 3 giorni. Il team Haas arriverà qualche giorno prima per effettuare il fire-up della vettura. In questa stagione debutteranno sulla vettura americana Mick Schumacher, vincitore del campionato di Formula 2 nel 2020, e Nikita Mazepin.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Il nuovo layout del circuito di Barcellona: Come cambierà lo stile di guida dei piloti

 

Federico Martello

Vehicle Engineer student, Euroracing (Indy autonomous challenge) vehicle dynamics team member