F1 | Haas – Rich Energy cambia faccia e leader e diventa Lightning Volt Limited

Dopo tutte le dichiarazioni e le successive smentite in ambito di sponsorizzazioni che sono state pubblicate durante i giorni antecedenti al GP di Silverstone, la questione Rich Energy sembra essere giunta ad un epilogo. E’ stato attuato un cambio di nome per la bevanda e un nuovo volto è ora al timone della società. Lightning Volt Limited

 

Lightning Volt Limited
William Storey, l’ex direttore esecutivo Rich Energy LTD., mentre beveva la sua energy drink

 

La società Rich Energy, sponsor della squadra Haas a partire da quest’anno, ha subito alcune modifiche significative. Questo quanto emerso dal il registro delle imprese del Regno Unito. La società infatti sembra aver cambiato il suo nome è in uno nuovo: Lightning Volt Limited. Anche tra i vertici dell’impresa ci sono stati alcuni significativi cambiamenti. William Storey non è più il direttore esecutivo, poiché il suo contratto è giunto al termine. 

Il precedente proprietario della società, William Storey, è stato licenziato dopo una saga imbarazzante di tweet in cui ha messo in discussione l’accordo dell’azienda con il team di Formula 1 Haas. Storey infatti sembrava far intendere che dato che un’altra squadra sponsorizzata da un’energy drink performava meglio, la loro sponsorizzazione non sembrava appagante e più sostenibile. Il registro delle imprese del Regno Unito notifica che il marchio di bevande energetiche, che ha altresì recentemente perso un processo per plagio del logo , ha cambiato nome.  Tradotto significa “Fulmine”. Inoltre è stato segnalato che anche il contratto del suo precedente direttore è stato concluso appieno. Il sostituto di Storey è quindi Matthew Bruce Kell . 

Il profilo Twitter dell’ex Rich Energy ha ufficializzato il passaggio:

William Storey, fondatore di Rich Energy, ha venduto il pacchetto azionario di maggioranza di Rich Energy Ltd. ad una terza parte.”

Queste modifiche non cambiano affatto la complicata situazione legale in cui si trova il marchio. Dopo essere stato condannato per aver plagiato il marchio di biciclette Whyte Bikes, la società ha una richiesta del 20% delle sue azioni da parte della società vinicola britannica Vin-X. Per quanto dura la sponsorizzazione con Haas, tutto indica che nulla verrà modificato. Anche lo stesso team americano ha recentemente espresso il desiderio di continuare con l’accordo.

 

Seguici anche sui social

 

F1 | GP Silverstone – Gara da cancellare per le Haas che chiudono la loro gara al primo giro

mm

Matteo Quattrocchi

Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo amatoriale e amante dei motori da sempre. Tutte le foto le trovate su: https://mattyq3299.wixsite.com/mqphotography