F1 | Hamilton accoglie Russell: “Non vedo l’ora di vederlo crescere come pilota”

Era la notizia che tutti attendevano e questa mattina è arrivata l’ufficialità. A partire dal 2022 George Russell sarà un nuovo pilota Mercedes. Attraverso un post sui social, Lewis Hamilton ha dato il benvenuto al suo futuro compagno di squadra

Hamilton accoglie Russell
Credit: unknown

La notizia che tutti stavano aspettando, la notizia che è stata al centro delle discussione per parecchi mesi. La tanto attesa ufficialità è arrivata nel corso della mattinata: George Russell, a partire dal 2022, sarà un nuovo pilota Mercedes. L’inglese sostituirà Valtteri Bottas, il quale approderà in Alfa Romeo. Tante le dichiarazioni che sono arrivate in seguito a questa “bomba” di mercato, tra le quali quella di Lewis Hamilton. Il 7 volte campione del Mondo ha rilasciato ieri un messaggio d’addio per Valtteri Bottas. Oggi, invece, è cambiato il contenuto, passando dagli addii ai benvenuti. Hamilton accoglie Russell attraverso i Social Network, affermando di non vedere l’ora di lavorare con lui e vederlo crescere.


Leggi anche: F1| Toto Wolff: “Felici di avere George in squadra”


Qui di seguito il messaggio di benvenuto rilasciato dal 7 volte campione del Mondo.

Voglio prendermi un momento per dare il benvenuto a George Russell nel team. Ricordo di averlo incontrato quando era giovane, sognando un giorno di essere un pilota di Formula 1. Avevo appena realizzato il mio sogno di diventare un pilota di F1, quindi so cosa significa questo giorno e come sarà per lui. È un grande esempio per tutti i bambini là fuori, dimostrando che i sogni si avverano quando li insegui con tutto il cuore. Grazie al duro lavoro si è giustamente guadagnato il suo posto nella nostra squadra. Non vedo l’ora di vederlo crescere come pilota con questa grande squadra e lavorare con lui per portare la Mercedes più in alto. Ci vediamo l’anno prossimo.” 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Michele Guacci

Classe 2003. Studente al liceo scientifico e appassionato di F1 sin dall'infanzia