F1 | Hamilton dopo le qualifiche a Imola: “Non è stata una buona sessione, sono deluso.”

Nel post-qualifiche del GP di Imola, Lewis Hamilton si è dichiarato deluso dopo la brutta prestazione (sua e del team) conseguita in questa sessione. Il 7 volte campione del Mondo scatterà nella gara sprint di domani dalla tredicesima casella.

Hamilton Qualifiche Imola Mercedes AMG F1
Photo by Steven Tee / LAT Images

Nelle qualifiche del GP di Imola, le quali hanno visto la prima pole stagionale di Max Verstappen, non è passata in secondo piano la tremenda prestazione delle Mercedes. Oggi la scuderia di Brackley ha faticato sin dalla prima sessione di libere, con i due piloti che non sono mai riusciti a trovare il giusto andamento sul tracciato imolese. Infatti, in questa sessione di qualifiche, nessuna delle due vetture anglo-tedesche è riuscita ad approdare nel Q3 e, dunque, in top10. Erano 10 anni che non succedeva (Giappone 2012). Lewis Hamilton, tredicesimo al termine delle qualifiche ad Imola, si è definito deluso da quanto messo oggi in pista.

“Non è stata una sessione eccezionale”, ha dichiarato il 7 volte campione del Mondo. Naturalmente sono deluso, siamo venuti qui con ottimismo, tutti stanno lavorando duramente in fabbrica e poi le cose non si uniscono. Oggi abbiamo sottoperformato come squadra. Queste le parole di un deluso Lewis Hamilton, il quale ha anche rischiato di uscire già in Q1; infatti, il campione inglese ha passato il taglio per soli 4 millesimi.


Leggi anche: F1 | GP Imola – Qualifiche: Verstappen in pole: “È stato complicato oggi e sono contento della pole”


Sul circuito imolese, però, debutta per la prima volta, in questa stagione, il format della gara sprint. Dunque Hamilton avrà l’occasione nella giornata di domani di risalire la classifica per partire nella gara di domenica quanto più avanti possibile. “Lavoreremo il più duramente possibile per salire nella gara sprint”, ha detto l’inglese. Sarà una gara difficile, ma speriamo che domani sia una giornata migliore dal punto di vista meteorologico e magari chissà, forse possiamo andare avanti.” 

Alla fine del Q2 le immagini andate in onda ci hanno fatto notare un battibecco tra il boss Mercedes, Toto Wolff, e Lewis Hamilton. Il #44 però non ha aggiunto commenti a riguardo. “E’ tutta roba interna, non la condividerò. Continueremo a lavorare.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Michele Guacci

Classe 2003, studente ed appassionato di F1 sin dall'infanzia.