F1 | Hamilton giustifica la dura difesa di Verstappen durante il GP del Brasile: “La battaglia con Verstappen è stata come dovrebbe essere una battaglia per il campionato”

Hamilton, dopo il GP del Brasile, parla della lotta avvenuta con il suo diretto rivale Verstappen e definisce questi episodi normali.

Lotta Hamilton-Verstappen GP Brasile

Lewis Hamilton dopo l’accesa lotta al GP del Brasile col rivale Max Verstappen afferma che queste sono le vere lotte che si fanno per conquistare il mondiale.

I due rivali si sono visti presi in una lotta serrata quasi arrivando a un possibile contatto tra le due monoposto. Nonostante le polemiche per la decisione da parte dei commissari di gara di non indagare ulteriormente sulla manovra di Vertsappen in curva quattro Hamilton ha comunque affermato che gli è piaciuto il confronto col pilota rivale: “È stato divertente. E così che dovrebbe essere una battaglia per la conquista del titolo.


Leggi anche:F1 | GP Brasile 2021 – Classifica piloti e team [Round 19/22]


Hamilton afferma anche di aver faticato non poco prima di aver sorpassato Max: Ho faticato particolarmente nell’ultimo settore ed è stato molto difficile da seguirlo lì ed essere in grado di ottenere un’uscita buona alla curva 12. E non era così facile stare nel suo DRS. E anche se ero nella zona DRS, era un po’ troppo lontano. Ho avuto quell’unica possibilità alla curva quattro, ma non ce l’ho fatta a tenerla. E poi ovviamente ho avuto quella possibilità e mi sono solo assicurato di non commettere di nuovo quell’errore, ma ero determinato a prendere quella posizione“.

Il sette volte campione del mondo si è anche espresso in merito alla manovra di Max che ha portato i due uscire fuori pista alla curva quattro: “Penso di essere stato in vantaggio e poi siamo usciti entrambi fuori strada. Beh, la gara ormai era agli ultimi giri, quindi ovviamente ho dovuto evitare di andare a sbattere. Ma non ci penso troppo, e ovviamente dovrei guardare il replay. Ma quello che voglio dire e che è dura combattere. Non mi aspetterei niente di meno, davvero. Non ci siamo toccati, il che è positivo“.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Erik Jozsef Vaccari

Classe ’99. Appassionato di Formula 1 dal 2016. Studio economia del turismo a Rimini. Futuro giornalista? Futuro imprenditore alberghiero? Non so vedremo. Ora testa bassa e si lavora duro.