F1 | Hamilton torna sul contatto di Monza: “Verstappen è un osso duro. Non è stata colpa mia”

Quello di Monza è stato l’ultimo atto del duello Hamilton-Verstappen che sta caratterizzando questa stagione di F1. Il pilota britannico è ancora convinto che la colpa dell’incidente non sia sua.

F1 Hamilton Verstappen duello
Fonte: unknown

La stagione 2021 di F1 sta passando alla storia per il duello tra Lewis Hamilton e Max Verstappen, entrato già nella storia del motorsport.  Un duello, come non si vedeva da molto tempo. Ad alcuni ricordano Prost e Senna, ad altri Hunt e Lauda. Quello che è certo è che entrambi stanno riscrivendo la storia della F1 e del motorsport e sicuramente ricorderemo questa lotta anche tra molti anni.

Nella prima gara in Bahrain abbiamo avuto un assaggio, con il primo corpo a corpo tra i due, in cui fu Hamilton a spuntarla, ma ad Imola lo scontro è diventato più acceso. Max ha chiuso la strada Lewis alla variante del Tamburello facendolo finire pesantemente sui cordoli, rischiando di compromettere la gara di Lewis. Episodio simile è successo a Monza, alla variante Roggia, prima di arrivare all’incidente in curva 1, che grazie all’Halo non è diventato tragico.


Leggi anche: F1 | Mercedes dovrà gestire il rapporto tra Russell e Hamiltom, Wolff: “Dovremo saper calibrare la situazione”


Alla vigilia del weekend di Sochi, Lewis Hamilton è tornato sul contatto che ha cambiato l’esito del GP d’Italia. Secondo il britannico la colpa di quanto successo è tutta di Max Verstappen.

So che Max è un osso duro, devi sorprenderlo se vuoi passarlo”, ha dichiarato il sette volte campione del Mondo. “Non mi sento responsabile di quanto accaduto a Monza. Ero davanti alla Prima Variante, abbiamo percorso insieme metà curva, alla stessa velocità. Nel cambio di direzione non so perché non abbia tagliato la curva, sapeva che non sarebbe riuscito a percorrerla. Non credo di avere una parte di colpa nell’accaduto, mi ha urtato da dietro”, ha concluso il pilota della Mercedes.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter