F1 | Horner critico sulla sanzione a Bottas: ” A Spa recupererà in due giri”

Christian Horner ritiene che la penalità di cinque posizioni in griglia al Gran Premio del Belgio sia insufficiente per tutti i danni che Valtteri Bottas ha causato alle due Red Bull. Inoltre, il britannico è convinto che non ci vorrà molto per recuperarlo su un circuito come Spa-Francorchamps.

Horner Bottas
Credits Red Bull Facebook

Il team principal della Red Bull, Christian Horner, sulla rivista tedesca Autobild, ha criticato la sanzione inflitta a Valtteri Bottas per l’incidente provocato al via del Gran Premio di Ungheria.

L’Hungaroring era la pista dove Max Verstappen avrebbe recuperato dopo la sconfitta di Silverstone, ma Bottas ha chiuso ogni speranza alla prima curva. Il pilota finlandese ha colpito da dietro Lando Norris, che si è scontrato con Max Verstappen. Subito dopo Bottas ha colpito anche la Red Bull di Sergio Pérez.

Norris e Perez si sono dovuti ritirare, mentre Verstappen ha proseguito la gara con molti danni alla sua vettura. Il lato destro dell’RB16B era distrutto, aveva anche molti danni al fondo piatto e ai ‘bargeboards’.

Horner ritiene ingiusto che Bottas sia stato sanzionato solo con cinque posizioni in Belgio, poiché i danni non sono strettamente sportivi, ma anche economici.

Christian Horner ha affermato: “Valtteri ha fatto un ottimo lavoro per loro mettendo fuori combattimento entrambe le nostre vetture. Si prende la penalità per la prossima gara, ma si rifarà con due giri a Spa. Non è una vera punizione e non ripara il danno che ha ci ha fatto, soprattutto se si guarda al limite di bilancio. Gli effetti sono immensi e i costi brutali“.


Leggi anche: F1 | GP Ungheria – Per Ferrari i team che hanno causato gli incidenti dovrebbero pagare la riparazione alle monoposto colpite


In Ungheria, la Red Bull ha dovuto cambiare il motore di Verstappen all’ultimo minuto a causa di problemi derivanti dall’incidente di Silverstone. Tutto indica che ora dovranno cambiare anche il propulsore dell’auto di Pérez. Se confermato, nessuno dei due piloti di Milton Keynes potrebbe utilizzare un altro motore nella seconda metà della stagione senza penalità.

Le prime impressioni indicano che anche questo motore non è operativo. È molto frustrante, anche per Honda perché non è dovuto alla stabilità, ma a incidenti che non abbiamo causato noi“, ha concluso Horner.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.