F1 | Horner si pente di non aver ingaggiato Piastri nell’academy Red Bull

Christian Horner ha rivelato di aver deciso di non ingaggiare Oscar Piastri nella squadra junior della Red Bull nel 2020.Horner Piastri Red Bull

Christian Horner ha rivelato di aver deciso di non ingaggiare Oscar Piastri nella squadra junior della Red Bull nel 2020. Parlando nell’ultimo episodio del podcast Beyond the Grid, Horner ha commentato la situazione di Piastri e come ha avuto l’opportunità di ingaggiarlo diversi anni fa. “Ha guidato per il team Arden in Formula 4 e Formula Renault, ed era ovviamente un talento già allora”, ha detto Horner. “C’era l’opportunità per Red Bull di selezionarlo in quel momento, e non abbiamo colto la palla al balzo, che è qualcosa di cui mi pento. Ma quello che ha continuato a ottenere è fenomenale, sia in Formula 3 e Formula 2.“


Leggi anche

F1 | Binotto chiede una revisione del regolamento: “Tre power unit troppo poche per un calendario così corposo”


Red Bull ha promosso una certa quantità di talenti in F1 attraverso la sua squadra sorella AlphaTauri (ex Toro Rosso) con piloti del calibro di Sebastian Vettel, Max Verstappen e Daniel Ricciardo. Horner ha detto di essere rimasto impressionato dal pilota giapponese Ayumu Iwasa in F2 e di Isack Hadjar in F3. “Stiamo continuando a investire nello giovani, abbiamo alcuni grandi atleti nel programma” ha aggiunto Horner. “Penso che sia qualcosa che Red Bull ha fatto così bene, dando a questi ragazzi una possibilità, investendo in giovani talenti e dando opportunità che altrimenti non avrebbero avuto. Isack Hadjar in Formula 3 quest’anno ha avuto una grande stagione di debutto. Penso che Ayumu Iwasa in Formula 2 sia stato un pilota eccezionale per me. Ma sono solo due dei ragazzi del programma.”

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.