F1 | Hülkenberg “scettico” sull’aumento dei sorpassi nel 2022

Nico Hülkenberg analizza la modifica del regolamento F1 per il 2022 e dichiara di essere scettico riguardo l’aumento dei sorpassi

F1 2022
Vista laterale – Credits: formula1.com

Manca sempre meno per vedere in pista le nuove vetture F1 del 2022.

Finora abbiamo visto solo il prototipo FIA e i render, anche se con alcuni dati estrapolati dal simulatore è possibile fare delle ipotesi su come saranno le nuove monoposto.

A fare delle supposizioni è stato Nico Hülkenberg, ex pilota Renault e Force India, che nel suo profilo LinkedIn ha analizzato il futuro della delle nuove vetture F1 2022, dando una buona recensione, nonostante alcuni dubbi.

Le nuove vetture avranno la possibilità di seguire quelle davanti in curva per avere maggiori possibilità di sorpasso sul rettilineo. Uno sviluppo entusiasmante che mi interessa come pilota di riserva. Solo dopo poche gare si vedrà se i cambiamenti si tradurranno in più sorpassi, anche se sono scettico al riguardo “ha dichiarato il pilota tedesco.


Leggi anche: F1 | Ferrari e la sfida del budget cap. Mekies: “Impossibili più di 2 o 3 sviluppi nel 2022


Inoltre, Hülkenberg conferma che le monoposto 2022 saranno veloci quasi quanto le precedenti, nonostante si pensi che saranno più lente.

Dalle mie prime esperienze, le nuove auto sono dannatamente veloci e non necessariamente più lente rispetto all’ultima generazione“, ha affermato.

Anche l’esperienza di guida non è cambiata molto, perlomeno al simulatore. Soprattutto le velocità in curva sono ancora estremamente elevate al simulatore, il che secondo me significa che c’è ancora il rischio di aria sporca. Ma ovviamente un simulatore è sempre abbastanza teorico: piloti e team scopriranno durante i test come si comportano effettivamente le nuove vetture“, ha spiegato.

Infine, Hülkenberg ritiene che non ci saranno grandi cambiamenti nell’ordine della griglia, anche se molte scuderie di metà classifica sperano di fare un grande passo in avanti.

E’ troppo presto per fare un pronostico, ma sarei molto sorpreso se le migliori squadre degli ultimi anni non fossero di nuovo in vantaggio“, ha concluso l’ex pilota Renault.

mm

Chiara Russo

Classe 1996, grande appassionata di Formula 1 e MotoGP. Mi piace parlare di sport per trasmettere la mia passione alle altre persone.