F1 | I team favorevoli al format di due giorni per il weekend di gara

Andreas Seidl, Team Principal della McLaren, ha accolto con piacere il format di due giorni per un gran premio, ma ha messo in dubbio l’impatto economico dovuto alla riduzione dell’azione in pista.

FORMAT DUE GIORNI
Foto: Kimi Raikkonen, Imola

Ci piace il format di due giorni, ci piace questa sfida aggiuntiva per ottenere il massimo entro i 90 minuti del sabato mattina. Ma alla fine è una problematica gestita dalla Formula 1. Dipende ovviamente molto dai contratti in essere con i promotori, con le televisioni e così via“, ha dichiarato Seidl.

Se è qualcosa che potrebbe anche aiutarci a risparmiare sui costi di gestione, e ci aiuterebbe anche a trascorrere meno tempo fuori casa, soprattutto per i nostri meccanici e ingegneri, saremo positivi“, ha asserito il boss della McLaren.

Anche Toto Wolff è parso abbastanza soddisfatto: “Mi piace molto. È tutto compatto. Necessita di adattabilità. Devi solo mettere la macchina in una buona posizione sin dall’inizio, non c’è molto tempo per analizzare i dati ed eseguire il simulatore durante la notte.”

Non credo sia adatto a tutte piste, ma penso che per Imola funzioni davvero bene. Penso che ci saranno gare, si spera di nuovo con molti spettatori, dove un evento di tre giorni ha molto senso“, ha concluso l’austriaco.

Tuttavia, nel paddock non tutti i team la vedono allo stesso modo, infatti,  il Team Principal della Racing Point Otmar Szafnauer ha affermato che questo format “non è Formula 1” e poi ha aggiunto: “Pensavo che mi sarebbe piaciuto, ma mi è un po’ estraneo. Dopo 23 anni trascorsi venerdì, sabato e domenica, sembra un po’ innaturale. Se questo è ciò che accadrà in futuro, inizieremo a rimettere a posto le infrastrutture in fabbrica per consentirci di ottimizzare i tempi di messa a punto della vettura“.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | GP Turchia – Leclerc ottimista dopo il venerdì: “Domani potremmo essere piuttosto competitivi”

 

Giuseppe Cinotti

Laureato in Operatore Giuridico d'Impresa e specializzando in Relazioni Internazionali e Cooperazione allo sviluppo presso L'Università per Stranieri di Perugia. Autore per F1ingenerale.com. E’ appassionato di Formula 1 fin da bambino. Ama questo sport perchè è il suo sogno da sempre. Ama il rumore assordante, l'odore della pista, l'attesa, la tensione, le macchine che scattano impazzite, il brivido, la strada che corre veloce, i sorpassi, la paura di sbagliare, il coraggio, il superare se stessi. Il suo motto: "Non si può descrivere la passione, la si può solo vivere" cit. Enzo Ferrari.