F1 | Il Circus approda a Rio de Janeiro? L’ultimo accordo di Chase Carey

La lettera confermerebbe la possibilità di portare la F1 a Rio de Janeiro in un prossimo futuro, con le trattative che sarebbero in stato avanzato.

f1 rio de janeiro
Foto: Pirelli

Il Gran Premio del Brasile è una tappa iconica del calendario della categoria regina, in un paese che ha sempre dimostrato grande passione per i motori. Il circuito di San Paolo è da sempre la sede del Gran Premio del Brasile: ma che ne direste se la F1 si spostasse a Rio de Janeiro?

La possibilità di vedere Rio de Janeiro ospitare una gara di F1 sembra essere piuttosto concreta. Il CEO della categoria Chase Carey, ha inviato infatti una lettera a Claudio Castro, governatore ad interim di Rio.

Il contenuto della lettera

Nella lettera, datata 14 settembre 2020, Carey spiega di aver finalizzato le trattative con il consorzio Rio Motorsports, annunciando l’attesa delle necessarie licenze delle autorità.

La lettera del CEO Carey, alla quale motorsport.com ha avuto accesso esclusivo, recita così: “Caro Governatore Claudio Castro, spero che questa lettera ti trovi bene e spero che tu e i tuoi colleghi stiate bene in questi tempi complicati”.

“Grazie – continua Carey – per il vostro supporto per tenere la F1 in Brasile. Il Brasile ha un ruolo speciale nella storia della F1 e abbiamo grandi tifosi in Brasile”.

“Scrivo per aggiornarti del fatto che abbiamo finalizzato gli accordi con Rio Motorsports LLC per organizzare e promuovere eventi di F1 a Rio de Janeiro”, comunica il boss della F1.

“Questi accordi sono pronti per essere eseguiti ed annunciati dalla F1 appena le licenze necessarie saranno concesse dalle autorità competenti, come INEA/CECA a Rio”.

“Non esitate a contattarmi in qualsiasi momento. Non vediamo l’ora di un futuro entusiasmante in Brasile“, conclude Chase Carey.

Per la completa finalizzazione del progetto sarà necessaria l’approvazione dell’INEA, l’Istituto Statale per l’Ambiente, il quale dovrà dare un parere tecnico sull’impatto ambientale dell’eventuale costruzione del tracciato.

Dopo l’ok dell’INEA, il progetto passerà al Pubblico Ministero e, successivamente, alla Commissione di Stato per il Controllo Ambientale (CECA), incaricata del rilascio della licenza.

La pista di Rio de Janeiro

Il circuito ha un budget di circa 120 milioni di euro e sorgerebbe nella foresta Camboatà, in un’area che corrisponderebbe a quella di 120 campi di calcio.

Rio Motorsports intende compensare l’impatto ambientale dovuto al disboscamento, con il reimpianto di 700.000 alberi, il riutilizzo dell’acqua e politiche per la neutralizzazione del carbonio.

L’approdo della F1 a Rio de Janeiro, dovuto anche alle difficoltà finanziare di San Paolo, sembra essere più vicino che mai.

 

Seguici anche su Instagram

 

F1 | Il Gran Premio di Turchia si disputerà a porte chiuse

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.