F1 | Il GP del Bahrain diventerà sostenibile dal 2022

Arriva un annuncio importante per una F1 sempre più sostenibile: il GP del Bahrain utilizzerà interamente energia da fonti sostenibili dal 2022.

Pirelli anteprima
Versione notturna del circuito del Bahrain

La Sustainable Energy Authority del Regno del Bahrain ha da poco completato uno studio relativo alla fattibilità dell’iniziativa, che una volta messa in opera, andrà a soddisfare l’intero fabbisogno energetico annuale del circuito barenita. Tale iniziativa nasce dall’impegno del Regno a utilizzare fonti di energia rinnovabili e dal piano della Formula 1 che punta ad avere emissioni zero di carbonio entro il 2030. Oltre a ridurre l’impatto ambientale, il piano produrrà un notevole risparmio sui costi energetici.

La prima fase del progetto inizierà quest’estate, con largo anticipo rispetto all’appuntamento 2022 del Gran Premio. Questa fase mirerà a raggiungere il fabbisogno energetico relativo al solo weekend di Formula 1, con un notevole eccesso. Le fasi successive invece riguarderanno l’intero fabbisogno energetico annuale del circuito, che sarà alimentato solamente da fonti sostenibili.

A proposito di questo importante obiettivo Stefano Domenicali, presidente della Formula 1, ha dichiarato: “Siamo orgogliosi degli sforzi che impegnano il Bahrain a rendere il GP sempre più sostenibile con il passare degli anni. Questo è il grande esempio di un paese che, grazie alla sue tecnologie e innovazioni, porta avanti un ambizioso progetto per l’ambiente. Va a braccetto con il nostro piano per avere zero emissioni di carbonio entro il 2030, dentro e fuori la pista”.

Alle dichiarazioni di Domenicali si aggiungono quelle di Shaikh Salman bin Isa Al Khalifa, amministratore delegato del circuito internazionale del Bahrain. Al Khalifa si è rivelato molto ambizioso e fiero del progetto; inoltre è molto speranzoso che la versione “green” del GP del Bahrain possa dare l’esempio per molti altri eventi di scala mondiale.

Sembra che la Formula 1 abbia ritrovato la giusta via verso la sostenibilità, dopo che aveva ipotizzato la costruzione di un circuito vicino a Rio de Janeiro, il quale avrebbe comportato l’abbattimento di un’intera foresta. Il progetto è stato fortunatamente bloccato e archiviato e la notizia di oggi è molto più positiva per l’ambiente!

Seguici anche sui social: Telegram – Instagram – Facebook – Twitter

Maira Osto

Autrice presso F1inGenerale, mi occupo di Formula 1. Tifosissima di Sebastian Vettel e alfista dalla nascita, possiedo una pagina instagram proprio sulla F1. Seguitemi tutti su @singing.of.engines !