F1 | Il Gran Premio di Monaco rischia di saltare dopo 65 anni

Dopo 65 anni consecutivi di presenza nel calendario di F1, il GP di Monaco rischia di saltare l’edizione 2020 per via del coronavirus.

gran premio monaco gp f1 2020
Media Ferrari

Il diffondersi del coronavirus in Europa e nel resto del mondo, ha portato allo stop obbligato ai primi gran premi della stagione 2020 di Formula 1. Lo stravolgimento del calendario, dopo i rinvii di Bahrein e Vietnam, probabilmente toccherà tutti le gare della prima parte di stagione. Tra i GP di F1 che rischiano il rinvio, o addirittura la cancellazione, c’è anche quello di Monaco, che si è sempre corso dal lontano 1955.

L’inizio del Campionato 2020 di F1 è quanto mai incerto. Al momento, il GP inaugurale dovrebbe essere quello d’Olanda, nel nuovo Zandvoort, il 3 maggio; ma sembra poco probabile che entro quella data il virus sarà già debellato tanto da permettere di correre. Dopo le dichiarazioni di Ross Brawn, il quale afferma che difficilmente si correrà prima di fine maggio, anche i Gran Premi di Barcellona e Monaco sono a forte rischio. La data che al momento sembra più probabile per l’inizio del campionato sarebbe il 7 giugno con il GP di Azerbaigian; ma con la situazione mondiale che cambia di giorno in giorno, non è possibile fare previsioni certe. L’unica cosa certa è che la F1 e la FIA cercheranno di correre il maggior numero di gare possibili, anche se si dovesse terminare la stagione ad inizio 2021.

Il GP di Monaco

Dopo 65 anni consecutivi, il GP di Monaco di F1 rischia, così, di saltare l’edizione del 2020. Difficilmente si potrà garantire il normale e sicuro svolgimento del Gran Premio di Montecarlo che dovrebbe corrersi il 24 maggio. Il vero problema per la gara nel Principato, è che a Monaco la costruzione del circuito dura circa due mesi; e diventa dunque quasi impossibile riuscire a trovare una data sostitutiva.

Tuttavia nei giorni scorsi l’Automobile Club di Monaco ha pubblicato un comunicato in cui fa il punto sull’organizzazione del Gran Premio:

L’Automobile Club de Monaco, organizzatore del Grand Prix Formula 1 (21-24 maggio 2020), è pienamente consapevole della diffusione del Covid-19 e la preoccupante situazione che questo genera.

Siamo in contatto permanente con le autorità governative monegasche, le entità sportive e commerciali di F1, la FIA e il Formula One Group (FOG).

I preparativi per la costruzione del circuito sono appena iniziati, con l’installazione delle prime strutture nei prossimi giorni.

Siamo tutti annoiati senza i nostri sport preferiti, ma solo collaborando ANDRÀ TUTTO BENE.
Se non è indispensabile, RESTA A CASA!

L’ACM è pronto a prendere tutte le precauzioni necessarie e continuerà a rispettare tutte le misure raccomandate dalle autorità sanitarie ufficiali.

Continueremo anche ad aggiornarvi man mano che la situazione si evolve.

Sulla base delle ultime informazioni fornite all’ACM, si prevede che il Grand Prix Formula 1 2020 si terrà nelle date come inizialmente previsto.

Twitter Automobile Club Monaco

Ferrari dona 10 milioni di euro per l’emergenza coronavirus

Simone Frigerio

Vivo per scrivere, mi nutro di MotoGP e Formula 1