F1 | Il Gran Premio di Turchia si disputerà a porte chiuse

Dietrofront degli organizzatori del Gran Premio di Turchia: il ritorno della F1 ad Istanbul sarà a porte chiuse per prevenire i contagi.

f1 turchia porte chiuse

Brutte notizie giungono da Istanbul: il ritorno della F1 in Turchia sarà a porte chiuse. Così è stato disposto dal governo locale, il quale ha disposto l’assenza dei tifosi all’evento.

Nelle scorse settimane, gli organizzatori del Gran Premio turco avevano fatto sapere di voler ospitare addirittura 100.000 spettatori al weekend del 15 novembre.

Il governo locale di Istanbul ha preso la decisione nella giornata di lunedì: “Nell’ambito degli sforzi per combattere l’epidemia da coronavirus e in conformità con la raccomandazione del Comitato pandemico provinciale di Istanbul, il GP di Turchia sarà senza spettatori”.

Questo è il comunicato dal quale si apprende la decisione delle autorità locali. Le iniziali aspettative, probabilmente troppo ottimistiche, vengono così disattese.

Gli appassionati avevano risposto in modo entusiasmante: poche ore dopo l’annuncio delle porte aperte già 40.000 persone avevano acquistato il proprio biglietto.

Vural Ak, Presidente del promoter Intercity, ha annunciato che i presupposti per arrivare a quota 100mila spettatori non mancavano: “Volevamo arrivare a 200.000. Stavamo lavorando a questo”.

“La programmazione per portare la capienza a 200.000 persone era in atto. Purtroppo però le circostanze attuali della pandemia non permettono di raggiungere l’obiettivo”, ha dichiarato Ak.

“Siamo gente appassionata, prima di noi non c’era alcun proprietario della nostra organizzazione. Possiamo organizzare tutto con successo, ma purtroppo al momento il Covid-19 non permette ciò, ha concluso il turco.

La F1 è tornata al Mugello ad ospitare alcuni tifosi sulle tribune. A Sochi gli spettatori erano ben 30.000 al giorno, e anche al Nurburgring, ad Imola e a Portimao ci sarà spazio per i fan.

Istanbul invece, al contrario di quanto si pensava, è costretta ad alzare bandiera bianca: il GP di Turchia di F1 si disputerà a porte chiuse.

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.