F1 | Il Monitor dei Tempi – GP Brasile – Red Bull al top, Ferrari manca di gestione gomme

Gran Premio esaltante quello di Interlagos. Una gara ricchissima di colpi di scena e rovesciamenti di fronte continui, incerta fino alla fine, che ha visto tra l’altro un podio totalmente inedito. Ferrari passo gara brasile

Abbiamo analizzato come di consueto le prestazioni dei top team partendo dai tempi di gara e abbiamo provato a trarre qualche conclusione. Ferrari passo gara brasile

Ferrari passo gara brasile
Strategy view del GP del Brasile e medie per stint (fino all’incidente Ferrari).

NOTA: le medie degli stint nel grafico sono calcolate fino all’incidente delle due Ferrari in quanto l’ultimissima frazione di gara non è minimamente indicativa delle performance delle vetture

Primo Stint: Vettel dietro di 3 decimi e mezzo

Nel primo stint Verstappen e Hamilton fanno la differenza. Volano via letteralmente rispetto a Sebastian Vettel terzo che nulla può fare per resistere. Vettel cerca evidentemente di gestire come può la gomma soft ma per farlo deve rinunciare al passo gara, lasciando 376 millesimi al giro agli avversari.

Nella battaglia degli undercut Hamilton poi passa Verstappen, ma nel suo giro di uscita dà fondo a tutta l’energia elettrica della sua Power Unit trovandosi indifeso quando Max arriva alle sue spalle. Verstappen lo infilerà quindi facilmente con oltre 30 km/h di differenza di velocità in fondo al rettilineo. Verstappen ha comunque un po’ più passo di Hamilton e si rimetterà presto a distanza di sicurezza.

Secondo Stint: con gomma media è Vettel il più veloce Ferrari passo gara brasile

Nel secondo stint la SF90 numero 5 monta gomma media e stavolta si comporta molto bene. Vettel infatti è il più veloce di tutti e tiene il passo dei primi tranquillamente. Si nota bene anche dal grafico come le linee siano tutte orizzontali parallele. Leclerc inizialmente con gomma dura tiene il passo ma poi crolla prestissimo, ancora prima della media di Vettel. Bravo comunque a difendersi da Bottas che da una parte è ancora timido negli attacchi, dall’altra è evidente che non aveva potenza domenica, visto anche poi come la sua Power Unit sia andata letteralmente in fumo.

Terzo Stint: Hamilton e Verstappen salutano e se ne vanno

Dopo la seconda sosta però il differenziale tra Hamilton e Verstappen e il resto del gruppo è enorme. I due contendenti alla vittoria fanno il vuoto guadagnando quasi mezzo secondo al giro su Vettel e oltre 6 decimi su Leclerc. Nulla possono fare i Ferraristi per contenere la fuga dei rivali. Ferrari passo gara brasile

Ferrari allunga tutti gli stint

Una particolarità che si nota dal grafico è che Ferrari ha tentato di allungare tutti gli stint con entrambe le vetture. Vettel si ferma dopo gli avversari sia per la prima che per la seconda sosta, e leclerc tenta di far funzionare i compound più duri. Le scelte su Leclerc sono normali viste le mescole teoricamente più longeve montate dal monegasco. Da dire però che la SF90 ha ancora grossi problemi di gestione gomma visto che in entrambi gli stint i tempi di Leclerc iniziano a crollare molto presto, nonostante appunto le mescole montate.

Diversa la situazione per Vettel: non coinvolto nella bagarre degli undercut dei primi due allunga sempre lo stint di qualche giro ma questo lo porta passo dopo passo ad accumulare parecchio ritardo, poi difficilmente colmabile. Dai calcoli ci risulterebbero addirittura 7 secondi persi col primo stop e ben 9 col secondo. Più che di un errore strategico però appare più evidente l’apprensione della squadra per la durata delle gomme, e che quindi tenta di allungare qualche giro appunto lo stint per avere garanzie a fine gara. Ferrari passo gara brasile

Red Bull quindi velocissima ad Interlagos, Mercedes che sul passo gara non manca mai e Ferrari con tanto lavoro da fare sulle gomme per l’anno prossimo. Vedremo come andrà l’ultimo appuntamento della stagione ad Abu Dhabi per trarre le ultime conclusioni del 2019.

Seguici su Instagram

F1 | Set di gomme per il GP di Abu Dhabi

mm

Federico Albano

Ingegnere Navale, appassionato di Formula 1 e tifoso Ferrari da oltre 25 anni