F1 | Il pesante comunicato Mercedes: “Red Bull ha infangato il nome di Hamilton”

Pesante comunicato di Mercedes post revisione incidente di Silverstone: Red Bull ha tentato di infangare Hamilton.Comunicato Mercedes Hamilton

La Mercedes è riuscita ad averla vinta nella discussione di questo pomeriggio. Pesante, però, in comunicato della stessa Mercedes nei confronti di Red Bull, rea di aver infangato Hamilton. Quella nella quale era stata convocata in merito alla richiesta della Red Bull di inasprire la pena inflitta a Lewis Hamilton a Silverstone. Le prove portate dagli uomini di Christian Horner ai Commissari non aggiungevano nulla di nuovo a quanto già in possesso dagli steward durante in Gran Premio di Gran Bretagna. Alcune prove, come il giro al simulatore o quello di Albon nei test Pirelli, non sono state giudicate “scoperte” analizzare dal team austriaco. Ma delle vere e proprie  “creazioni” del team con sede a Milton Keynes.


Leggi anche:

F1 | La FIA pensa ad una presentazione unica per tutte le monoposto 2022


Quella frase nel documento ufficiale che dice tutto e niente

Ciò che ha fatto discutere oggi è un particolare elemento presente nei documenti ufficiali. Il paragrafo finale del documento pubblicato da FIA includeva un elemento discusso a lungo. “I Commissari notano, con una certa preoccupazione, alcune accuse presenti nella lettera dei richiedenti”.

La durissima replica della Mercedes, che fa proprio riferimento ad alcune osservazioni allegate nel dossier difensivo della Red Bull, ci permette ti capire qualcosa in più. Il comunicato seguente diffuso attraverso i canali social ha fatto chiacchierare.
Il team Mercedes-AMG Petronas F1 ha accolto con favore la decisione dei Commissari di respingere il diritto di revisione della Red Bull Racing. Oltre a voler porre la parola fine a questo incidente, speriamo che questa decisione possa segnare la fine del tentativo concertato da parte del management Red Bull di infangare il buon nome e l’integrità sportiva di Lewis Hamilton, come avvenuto anche nei documenti presentati nel diritto di revisione, Non vediamo l’ora di correre questo fine settimana e di continuare la dura battaglia in pista per il campionato del mondo di Formula 1 2021“.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Alessia Malacalza

Classe 2000, aspiro a lavorare nel mondo dello sport. Studio Comunicazione d'impresa e relazioni pubbliche a Milano.