F1 | Il sindaco Ignesti sul Mugello: “Pronti a ripetere l’evento, qualora vi siano le condizioni”

A parlare della disponibilità della Toscana ad un eventuale bis della F1 al Mugello è il sindaco di Scarperia e San Piero Federico Ignesti.

mugello f1 ignesti
Il Mugello durante le FP1 della F1

I problemi affrontati dal Circus nell’ambito della pandemia da coronavirus, hanno aperto l’opportunità di vedere il circuito toscano nel calendario. Per la prima volta nella storia il Mugello ha ospitato un gran premio di F1 e, stando alle parole di Federico Ignesti, potrebbe non essere l’ultima.

L’evento disputatosi tra le colline della campagna fiorentina ha riscosso successo sia tra i piloti che tra i tifosi. A parlare di un eventuale bis della gara è stato il suddetto Federico Ignesti, sindaco di Scarperia e San Piero.

Il primo cittadino del comune toscano, durante una lunga intervista a ilfilo.net, ha voluto toccare l’argomento F1 tra le conquiste del 2020 del paese nel Mugello.

Dopo aver raccontato il lavoro della giunta, ecco le parole di grande interesse per gli appassionati di motorsport. “Vorrei aggiungere una cosa importante che non avremmo fatto senza il Covid”.

“Insieme a tutti i sindaci del Mugello e alle altre istituzioni, grazie anche alla disponibilità di Ferrari e Mugello Circuit, siamo riusciti a portate un GP di F1 in Toscana, dice il sindaco.

“Il pubblico – continua Ignesti – è stato ovviamente limitato, ma la visibilità mediatica è stata importantissima per la zona. È stato un investimento importante per farci conoscere sempre più da un pubblico globale come solo la F1 sa attirare”.

“Qualora ve ne siano le condizioni – annuncia il sindaco di Scarperia e San Piero – la Regione Toscana ha già dato la propria disponibilità, anche sul piano economico, a ripetere l’evento”.

Le parole del sindaco toscano portano speranza nel cuore degli appassionati italiani. Speranza alimentata da un calendario 2021 che potrebbe subire probabilmente variazioni rispetto al tema originale di 23 appuntamenti, come si aspetta anche Jean Todt.

Oltre ad Imola, per l’Italia torna in corsa anche il Mugello, chissà che non si possa davvero ripetere una gara tra le spettacolari campagne nostrane.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 2020: Il calendario Europa-centrico ha contribuito alla riduzione del 70% delle emissioni

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.