A TCFormula 1

F1 | Incredibile a Monza: Liberty Media chiede a Massa di non presentarsi, rimosso lo striscione

Tolto con un pretesto lo striscione pro Massa appeso alle tribune del GP di Monza: il brasiliano non è più gradito a Liberty Media.

Massa Monza striscione
Lo striscione che il Ferrari Club ha dedicato a Massa a Monza e poi fatto rimuovere da Liberty Media.

Giochi di potere. Quanto accaduto durante il GP di Monza ben rappresenta le dinamiche interne che ancora oggi governano la Formula 1. Come ricorderete, nella giornata di giovedì, il Ferrari Club di Caprino Bergamasco aveva appeso un messaggio. “Felipe Massa campione del mondo 2008” recitava lo striscione esposto sul rettilineo principale.

Riferimento, ovviamente, al tentativo del brasiliano di avere giustizia dopo l’ammissione di Bernie Ecclestone, allora a capo della F1, per cui lui e Mosley avrebbero saputo sin dall’inizio del crashgate di Singapore 2008, decisivo per le sorti di quel mondiale.

L’iniziativa, tuttavia, non è stata per nulla gradita dai vertici di Liberty Media. Ecco che allora ne è stata ordinata l’immediata rimozione. Il motivo? Oscura la visuale degli spettatori. Un pretesto decisamente poco credibile.

Liberty Media allontana Massa

Ma non finisce qui. Sotto la lente della società proprietaria della F1 vi è ora lo stesso Massa. Secondo l’edizione brasiliana di Motorsport.com, all’ex Ferrari sarebbe stato esplicitamente chiesto di non presentarsi a Monza. Un affronto troppo grande, per Liberty Media, la richiesta di un risarcimento morale e materiale avanzata da Felipe.

Doppiamente vittima, verrebbe da pensare. E dell’esecutore? Che ne è stato?

Flavio Briatore, allora a capo del team Renault, era ovviamente presente al GP d’Italia, forte del ruolo di ambasciatore della F1 che Stefano Domenicali gli ha offerto.

Il manager italiano ha sfilato in griglia accanto al Presidente dell’ACI Sticchi Damiani, alla Presidente del Consiglio Giorgia Meloni e al numero uno della FIA, Mohammed Ben Sulayem. Il tutto con buona pace di Felipe, costretto a vedere questo, e verosimilmente i prossimi, GP da casa.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

1 commento

come pure 01/10/2023 at 14:08

Buongiorno,
sono appassionato di F1 e di motorsport in gnere .
Seguendo la vicenda di Filipe Massa e del mondiale decurtazione ingiustamente per quanto emerso , ritengo a mio parere sia giusto e doveroso che il titolo mondiale piloti di F1 dell’anno 2008 le sia riconosciuto e come sia giusto le venga riconosciuto un danno all’immagine come pilota Ferrari con tutti i Nessi e connessi per chi diventa campione del mondo di F1 che credo non sia poco.
Per chi ha commesso questo ” Imbroglio” e’ giusto che paghi !!!
LA F1 E’ UN BELLISSIMO SPORT E TALE DEVE RIMANERE SENZA SCORRETTEZZE e/o favoritismi.
Cordiali Saluti ,
GIANCARLO SAOTTI

I commenti sono disabilitati