F1 | Indiscrezioni da Parigi: Michael Schumacher in cura nella capitale francese

La notizia rimbalza fra i media francesi e internazionali: Michael Schumacher è stato trasferito a Parigi per proseguire la sua cura. Il nuovo trattamento, stando a quanto riportato da Le Parisien, è in corso all’Ospedale Georges Pompidou.

Michael Schumacher cura

Un arrivo top secret Michael Schumacher cura

L’arrivo di Michael Schumacher all’Ospedale Georges Pompidou avviene, a quanto pare, nel pomeriggio di oggi, come sempre nella più assoluta riservatezza. Il campione tedesco, infatti, è arrivato in un mezzo ospedaliero oscurato. Il suo trasporto all’interno della struttura è avvenuto senza lasciar trapelare alcuna immagine o informazione sulle sue condizioni.

In una vettura separata è arrivato anche il medico curante di Schumacher, il professore Philippe Menasché, accompagnato da uno spiegamento di forze di sicurezza di oltre dodici uomini. La vigilanza dell’ospedale, infatti, ha fatto di tutto per garantire il totale riserbo del pilota e del suo staff.

Mistero sul trattamento

Come sempre, non ci sono notizie ufficiali sulle condizioni di Schumacher né sul trattamento che il pilota si prepara ad affrontare a Parigi. Secondo Le Parisien, una serie di indizi portanno alla conclusione che si tratti di un trattamento sperimentale con cellule staminali.

Michael arriva infatti nel reparto di chirurgia cardiovascolare, dove sarà in cura presso il professor Menasché. Quest’ultimo è considerato un vero pioniere dei trattamenti cellulari per quanto riguarda le insufficienze cardiovascolari. Il luminare ha praticato, nel 2014, una prima, sperimentale operazione in questo senso, conclusosi con successo. Ad assisterlo e accompagnarlo, peraltro, pare esserci un esperto neurologo, il professor Gérard Saillant, specializzato nelle lesioni al cervello e al midollo spinale.

Michael Schumacher: i comunicati ufficiali


 

mm

Aurora Dell'Agli

Classe 1997, appassionata di motori sin da bambina. Studio Giurisprudenza e nel tempo libero commento e analizzo Formula 1, Formula E e WEC sul blog Instagram @theracingchick.