F1 | Iniziati i lavori a Zandvoort per il GP d’Olanda 2020 [VIDEO]

Zandvoort si prepara ad accogliere la F1: sono iniziati i lavori per la costruzione della nuova curva sopraelevata finale, assieme agli altri interventi di aggiornamento delle vie di fuga e del paddock per il grande ritorno del GP d’Olanda 2020

zandvoort lavori f1 gp d'olanda 2020
Formula 1®

Il 2020 è alle porte in Formula 1, e con esso il ritorno dell’attesissimo GP d’Olanda a Zandvoort, già completamente sold out per la prima edizione, che vedrà indubbiamente i fan di Max Verstappen riempire d’arancione le dune e le tribune dell’autodromo, che è adesso in corso di rinnovamento.

Il circuito della località balneare infatti, dopo le pesanti modifiche al tracciato originario del 1989, è un circuito indubbiamente tecnico e probante, ma con un problema di sostanziale impossibilità di sorpassare. Inoltre le infrastrutture di accoglienza e le vie di fuga non sono allo standard previsto per la F1, il Grado 1 FIA.

© Jarno Zaffelli / Dromo

Studio Dromo, la società italiana che si occupa di progettare e rinnovare circuiti, ha il compito di trovare una soluzione a questo problemi, e il suo progetto è adesso in corso di costruzione, dopo le polemiche dovute alle proteste dei gruppi ambientalisti, che però si sono spente dopo la constatazione dell’entità moderata delle modifiche apportate.

Le dichiarazioni di Jarno Zaffelli, fondatore e capo ingegnere della Dromo:

“Abbiamo considerato lo speciale carattere di Zandvoort e lo abbiamo mantenuto nel miglior modo possibile, in alcuni tratti lo abbiamo perfino rinforzato.

Il tracciato avrà due curve completamente nuove:
  • La curva 4 sarà arretrata di alcuni metri, e allo stesso tempo verrà aumentata la sovraelevazione (o banking) della curva. La pista sarà delimitata ancora da un muro (coperto dalla barriere TECPRO), allargando il passaggio tra box e paddock.
  • La curva 14, la Arie Luyendijkbocht, avrà invece un banking molto più elevato, fino a 18°, come un ovale superspeedway americano (ad esempio il Michigan International Speedway). Questo consentirà di avere una zona di piena accelerazione molto più lunga (circa 900 m), garantendo un punto di sorpasso sul rettilineo principale.

Il giro al simulatore del nuovo tracciato:

Il resto del tracciato rimane quasi invariato, sopratutto la sequenza di curve che segue curve 4 e comprende Scheivlak e Masterbocht. La chicane Hans Ernst Boch sarà più larga,, e l’uscita dei box sarà dopo la prima curva, la famosa Tarzanbocht. Ci saranno anche delle nuove vie di fuga in ghiaia, dei nuovi tunnel pedonali sotto la pista e un paddock più grande. zandvoort f1 2020 lavori

© Chris Schotanus

Jan lammers, il direttore sportivo del Gp d’Olanda non nasconde la sua soddisfazione: “Con queste modifiche Zandvoort diventa il più impegnativo e il più bello dei circuiti in Europa, forse perfino del mondo. Essendo io stesso di Zandvoort, ma anche come appassionato di corse, mi rende davvero orgoglioso.” zandvoort f1 2020 lavori

 

Seguici su Telegram

F1 | Il Circuito Paul Ricard potrebbe subire importanti modifiche del layout

Francesco Ghiloni

Studente universitario e grande appassionato di motorsport, specialmente di endurance.