F1 | “Io fuori posizione? Sono sorpreso”: Bottas risponde a Wolff sul pit-stop di Monaco

Il finlandese della Mercedes si è dichiarato “sorpreso” riguardo alle parole di Wolff sul pit-stop di Monaco: le parole di Bottas.

bottas pit-stop wolff

Nell’ultimo appuntamento di Formula 1, nella suggestiva location di Montecarlo, il pilota finlandese di Mercedes è stato costretto al ritiro a causa di un problema alla sosta. Problema che ha impedito al #77 del team di Brackley di portare a casa una pesantissima P2. Oltre al danno, la beffa: nel post GP di Monaco, Wolff ha dichiarato che Bottas si era fermato troppo presto sulla piazzola del pit-stop. Così facendo, i meccanici, costretti ad usare la pistola in sfavorevole angolazione, avrebbero spanato il dado della ruota, rimossa solo in fabbrica.

Ascoltate tali parole ed interpellato a riguardo dai giornalisti, Valtteri – a giorni di distanza – ha risposto: “Sì, sono rimasto sorpreso“. Bottas ha proseguito: “Ho rivisto il video e la mia posizione mi è sembrata buona, sono sorpreso”.

“Abbiamo analizzato tutto”, ha detto Bottas sul briefing post gara. “Probabilmente avremmo potuto fare un migliore lavoro di squadra. Con il pit ovviamente è stato normale un debriefing da parte mia”.

I dati mostrati nella riunione mostravano, come spiegato dal 31enne di Nastola, una macchina fuori posizione di pochi centimetri: “Ovviamente ho voluto vedere tutti i report sul mio posizionamento. Penso di essermi fermato a 2 o 3 centimetri dalla linea centrale, ha detto Valtteri. “È una precisione piuttosto buona. In un pit-stop puoi tranquillamente oscillare tra i 10 e i 15 cm“.

Bottas ha poi rivelato di aver sollevato diverse preoccupazioni sulla debolezza Mercedes nei pit: “Era una delle mie preoccupazioni già poche settimane fa. Non è un problema arrivato dal nulla, sapevamo di non essere perfetti nelle soste. Ho anche evidenziato, arrivando a Monaco, la preoccupazione riguardo alle temperature delle gomme in qualifica. Sapevo potesse essere un problema come è stato”.

“C’è stata un’analisi dettagliata su tutto. Dobbiamo imparare il massimo che possiamo per evitare di ripetere quello che è accaduto, ha concluso Bottas.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.