F1 | Irvine: “Verstappen è veloce ma commette ancora tanti errori, Leclerc più maturo. Hamilton? Avrebbe dovuto ritirarsi”

Eddie Irvine torna a parlare della Ferrari sottolineando come Leclerc sia più maturo di Verstappen, definito “più giovane” mentalmente rispetto al monegasco. Critico sulla Mercedes: “Costruiscono macchine solide, ma sono tornati a correre per modificare la loro immagine”.

IRVINE LECLERC VERSTAPPEN
Foto: it.vmax.si – Eddie Irvine

L’ex pilota della Ferrari Eddie Irvine, in un’intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, a poche ore dal Gran Premio d’Australia,  ha parlato della rivalità tra Leclerc e Verstappen: “La Ferrari ha avuto un inizio di stagione fantastico, Leclerc dopo una vittoria come quella del Bahrain poteva vincere facilmente anche in Arabia. Davvero impressionante. È molto intelligente, ha personalità, è maturo. In questo senso Verstappen mi sembra più giovane nella testa, ma è baciato da un grande talento. Credo non ci sia nessuno più veloce di Verstappen, ma fa ancora tanti errori e Leclerc no. Verstappen sbaglia perché si lascia trascinare dal suo essere aggressivo“.

Il vicecampione del mondo di Formula 1 del 1999 è convinto che Hamilton avrebbe meritato il mondiale lo scorso anno, tuttavia sostiene che avrebbe dovuto ritirarsi a fine stagione: “Penso che Hamilton l’anno scorso abbia agito in modo tale da evitare incidenti per un bel po’. Poi deve aver cambiato ottica. E questo per poco non costava a Verstappen il campionato perché Lewis ad Abu Dhabi lo ha distrutto. Ed è un peccato non l’abbia vinto perché lo avrebbe meritato, ma… avrebbe dovuto ritirarsi“.


Leggi anche: F1 | Ferrari conferma il pacchetto aerodinamico dopo le simulazioni in vista dell’Australia


Mercedes in difficoltà non mi dispiace, perché non è un brand che mi fa impazzire

Irvine è convinto che Hamilton non riuscirà a brillare durante nel 2022: “Non penso che quest’anno riuscirà a fare molto. È un duro, ma anche per lui, abituato alla miglior macchina, qualificarsi così dietro è frustrante. Hamilton è un gran personaggio e amo Toto Wolff per quello che pensa e dice. Loro sono due stelle”.

E sulla Mercedes Irvine asserisce che non prova dispiacere per le attuali prestazioni delle vetture, infatti, con tono critico, sostiene che la Stella a Tre Punte rappresenti solo un marchio che costruisce macchine solide: “Hanno mezzi e infrastrutture per fare molto, ma ora debbono fare i conti con il tetto alle spese, ai miei tempi non c’era. Una Mercedes in difficoltà non mi dispiace, perché non è un brand che mi fa impazzire. Ma nella mia testa la Mercedes resta un vecchio marchio che costruisce macchine solide. Sono tornati a correre proprio per modificare la loro immagine, con me non ci sono riusciti“, ha concluso il nordirlandese.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Giuseppe Cinotti

Autore per F1ingenerale.com. E’ appassionato di Formula 1 fin da bambino. Ama questo sport perchè è il suo sogno da sempre. Ama il rumore assordante, l'odore della pista, l'attesa, la tensione, le macchine che scattano impazzite, il brivido, la strada che corre veloce, i sorpassi, la paura di sbagliare, il coraggio, il superare se stessi. Il suo motto: "Non si può descrivere la passione, la si può solo vivere" cit. Enzo Ferrari.