Formula 1Interviste

F1 | Jacques Villeneuve sicuro: “Qualcuno verrà pesantemente penalizzato dal calendario”

L’ex pilota e Campione del Mondo di F1 Jacques Villeneuve ne è certo: il calendario penalizzerà una particolare categoria di addetti ai lavori.

Qualcuno verrà pesantemente penalizzato dal lungo calendario 2024 di F1, secondo Jacques Villeneuve. Il Campione del Mondo 1997, nell’anno del grande duello contro la Ferrari di Michael Schumacher, si è aperto sul calendario sempre più lungo del Circus. Secondo il canadese, i piloti di oggi lavorano meno che in passato, ma a farne le spese sono meccanici e, soprattutto, i media.

F1 Jacques Villeneuve calendario Las Vegas
Jacques Villeneuve con Max Verstappen nel 2022 – Red Bull Content Pool

Come da calendario, la stagione di Formula 1 2024 terminerà con un triple header intercontinentale. L’ultimo “sforzo” per piloti e addetti ai lavori comincerà a Las Vegas, si sposterà poi in Qatar e si chiuderà nel tramonto emiratino, ad Abu Dhabi. Un triplo appuntamento che chiuderà un Mondiale infinito, con ben 24 gare, che costringerà l’intero Circus agli straordinari.

Sarà brutale – ha dichiarato Jacques Villeneuve a PlanetF1 – Lo era già l’anno scorso, con il doppio appuntamento fra Las Vegas e Losail. Non è facile, non è un aeroporto facilmente raggiungibile. I team non avranno problemi, loro possono noleggiare un grande aereo, far salire a bordo tutti i meccanici e i tecnici e volare a destinazione“.

Quelli per cui sarà davvero brutale sono i media. Penso sia il gruppo di persone che sta venendo più trascurato in tutto ciò che sta accadendo. I costi di ogni cosa stanno aumentando, gli alberghi, i viaggi, queste trasferte sono diventate molto, molto complicate. Le squadre troveranno il modo di arrangiarsi, ma sarà difficile per il personale, il fuso orario sarà nella direzione sbagliata“.


Leggi anche: F1 | L’unico pilota vicino a Verstappen è in Ferrari, secondo Helmut Marko


Secondo Jacques Villeneuve, i piloti continueranno ad avere vita facile. Rispetto ai tempi dei test, infatti, si guida molto meno, nonostante le 24 gare in calendario. Discorso diverso per quanto riguarda i meccanici: “Allora si avevano due squadre di meccanici: una per i test e una per le gare. I meccanici potevano tornare a casa e via dicendo… Ora è brutale anche per loro“.

Una vita difficile, ma pur sempre una scelta personale, in particolar modo per le nuove assunzioni. Secondo l’ex pilota, i giovani che si approcciano al Circus sanno a cosa vanno incontro e i sacrifici che dovranno fare. Al contrario, i lavoratori con anni di esperienza alle spalle potrebbero patire questa costante espansione del calendario.

Ma questo sport è grande come non lo è mai stato – conclude Jacques VilleneuveNon ci si può lamentare. Nessuno vuole tornare a uno sport più piccolo“.

Foto Copertina: Red Bull Content Pool

Seguici in Live Streaming su kick.com/f1ingenerale