F1 | Jos Verstappen: “Forse la Red Bull nel 2020 era meno competitiva della Ferrari”

“Max dà il massimo quando guida. Forse la Red Bull quest’anno era meno competitiva della Ferrari” Jos Verstappen, padre di Max, ha elogiato in un’intervista le performance del figlio, sottolineando come possano essere state l’arma vincente del team. E interrogato su una possibile futura line-up Verstappen-Hamilton ammette: “E’ quello che tutti i fan stanno aspettando”

Red Bull Ferrari Jos VerstappenFonte: Unknown

Max dà il meglio quando guida, il 110%. Per quanto mi riguarda la Red Bull nel 2020 potrebbe anche essere stata peggio della Ferrari a parlare è Jos Verstappen, padre del pilota della Red Bull Max, che in un’intervista ha elogiato le performance del figlio nel corso della stagione.

Secondo l’ex pilota, infatti, a fare la differenza quest’anno in pista sarebbe stato proprio l’olandese, a dispetto di una monoposto non proprio competitiva. “Max dà sempre il massimo, guida al 110%. E’ impossibile quindi dire se la vettura è stata effettivamente competitiva oppure se ha lasciato desiderare. Forse la monoposto della Red Bull era peggio della Ferrari, non possiamo saperlo” ha affermato Jos.

Nonostante un inizio di stagione non perfetto, il team austriaco nel 2020 ha comunque dimostrato di avere le carte in regola per vincere. Vittoria che alla fine è arrivata per la prima volta a Silverstone, quando a salire sul podio è stato proprio l’inarrestabile Max.

“L’unica cosa che si può fare, dunque, è paragonare le performance di Max a quelle del suo compagno di team che ha la stessa vettura. Albon per esempio nelle categorie minori e nei kart ha fatto un buon lavoro. Quest’anno però, ha avuto diversi problemi, molti di più di mio figlio” ha spiegato l’olandese che ha poi parlato del campione in carica Hamilton e dell’importanza di avere un’ottima macchina.


Prima di approdare in Mercedes, infatti, il pilota britannico ha passato ben 6 anni in McLaren “Quando Hamilton era in McLaren ci sono stati un paio d’anni in cui ha avuto diversi problemi. In Mercedes, invece, è sempre stato molto forte. Questo fa capire come sia impossibile diventare campioni senza la macchina giusta

“Hamilton e mio figlio compagni di squadra? Sicuramente non mi dispiacerebbe. Credo tra l’altro che tutti i fan stiano aspettando di vederli insiemeha concluso l’ex pilota di F1.

Seguici su Telegram, FacebookInstagramTwitter.

F1 | UFFICIALE: Imola ritorna nel nuovo calendario 2021