F1 | La disperata difesa Mercedes, quel tocco di Verstappen dopo le qualifiche potrebbe aver rotto il DRS di Hamilton?

La lunga notte prima del verdetto e la disperata difesa di Mercedes: perché tanta attesa? C’entra il tocco di Verstappen dopo le qualifiche?

F1inGenerale.com

Cala la sera sull’autodromo José Carlos Pace di San Paolo e, a rendere questo mondiale sempre più simile ad una pellicola hollywoodiana, ci pensa un inaspettato colpo di scena. Il cellulare impazza di notifiche: l’autore della “pole” – nonché concorrente al titolo – Lewis Hamilton, è sotto investigazione e a rischio squalifica. Il motivo rimanda all’ala posteriore mobile, trovata irregolare dal delegato della Federazione Jo Bauer. verstappen qualifiche mercedes

A quattro appuntamenti dal sipario della stagione, l’episodio può affossare ulteriormente le speranze iridate di Sir Lewis. Convocati i membri del team Mercedes dalla FIA alle ore 19.15, l’attesa dura ore prima del “definitivo” rinvio a giudizio. Entrati ormai nella giornata di sabato ecco arrivare la nota della Federazione: nessun verdetto prima della mattina successiva.


Clicca qui per osservare il video delle verifiche sulla Mercedes di Hamilton


Se – da una parte – vero è che la notte porta consiglio, perché rimandare per interminabili ore una decisione apparentemente semplice? Osservando video dal circuito, provando ad interpretare la lunga attesa, abbiamo provato a porci alcune domande.

Certamente non è lecito conoscere le argomentazioni della disperata difesa da parte di Mercedes. Un video apparso sul web tuttavia desta una certa curiosità. Nelle scene immortalate da una tribuna si nota, al termine delle qualifiche, Max Verstappen avvicinarsi alla Mercedes #44 posteggiata in parc fermé.

Il pilota della Red Bull, team che probabilmente aveva già alcuni sospetti prima della sessione, allunga la mano e non resiste a toccare – come si vede nella foto in copertina – l’alettone posteriore della vettura del rivale.

Se da una parte le constatazioni del delegato FIA hanno riportato una Mercedes irregolare, dall’altra la scuderia di Brackley potrebbe aver portato in propria difesa le immagini del video in questione. Potrebbe Max Verstappen aver modificato il DRS sull’alettone della Freccia Nera? L’ipotesi che un pilota – toccando lievemente – possa modificare o danneggiare una componente di una monoposto di F1 appare un poco avventurosa. Nonostante questo, per chiarire, gli Stewards hanno optato per convocare l’olandese negli uffici della Federazione, giusto per aver più approfondite informazioni, prima di decretare l’epilogo di una vicenda durata tutta una notte.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Francesco Rapetti

Aspirante giornalista, studente di Scienze Politiche all'Università di Genova. Appassionato di Formula 1 fin da piccolo.