F1 | La FIA apporta cambiamenti al regolamento tecnico 2021

In occasione del primo consiglio della FIA, sono state apportate delle modifiche al regolamento tecnico di F1 del 2021. Punti chiave sono la sicurezza e la modifica dell’ala anteriore.

F1 2021
Credit: F1

Il 2021 sarà per la Formula 1 un anno di svolta nei cambiamenti tecnici. Tutti i team partiranno da un foglio bianco per le nuove vetture che permetteranno ai piloti di avere più duelli ravvicinati senza avere drastiche conseguenze sulla riduzione del carico aerodinamico. Le vetture, stando alle simulazioni, perderanno solo il 5-10% del carico aerodinamico in fase di inseguimento. Questo perchè le vetture saranno progettate sull’effetto suolo e avranno delle ali meno complesse rispetto al passato con l’obiettivo di ridurre le turbolenze che nelle vetture di oggi sono fondamentali per far lavorare il fondo della vettura. F1 2021

Rivisto il design delle ali

Tuttavia la FIA ha deciso di modificare il design dell’ala anteriore per ridurre l’effetto downwash che avrebbe comportato conseguenze diverse rispetto agli obiettivi del regolamento 2021. Il fenomeno del downwash infatti è il responsabile della formazione di vortici che creano una maggiore resistenza all’avanzamento nei confronti delle vetture che seguono.

Oltre a questo la FIA ha proposto di rivedere la forma degli endplate (paratie laterali) delle ali e della carrozzeria per dare modo ai team di sfruttarli per fini commerciali (presenza di sponsor). I team in precedenza infatti avevano manifestato la mancanza di spazio per l’esposizione degli sponsor, linfa vitale per i team di Formula 1.

2021Car_v2a.jpg
Credit: F1

Vetture più pesanti per un solo fine: la sicurezza

Se la parte delle modifiche relative alle ali ha influenza diretta sulle prestazioni delle vetture, gli altri provvedimenti presi vanno in contro alle esigenze di sicurezza. Innanzitutto, dopo l’incidente fatale di Hubert a Spa, la FIA ha richiesto dei test più severi per gli impatti frontali, laterali e posteriori.

La parte più delicata delle vetture riguarda tutte quelle parti che in un impatto possono staccarsi. A questo proposito la FIA ha chiesto di introdurre di cavi di ritenzione per le strutture anti intrusione al posteriore e l’ala posteriore. Il tutto si traduce in un aumento di peso, cosa che i team tendono ad evitare in termini di prestazione.

In quest’ottica bisogna considerare anche gli interventi sulla power unit. La parte elettrica è soggetta ad alte tensioni per il funzionamento. La FIA ha in programma di apportare degli aggiornamenti per ridurre il rischio di danni derivanti dall’alta tensione.

Questi provvedimenti avranno come conseguenza un aumento dei costi da sostenere ma la FIA ha deciso di andare in contro ai team. Kulite sarà l’unico fornitore dei sensori di pressione e temperatura per la stagione 2021, 2022 e 2023.

Siamo tutti annoiati senza i nostri sport preferiti, ma solo collaborando ANDRÀ TUTTO BENE.
Se non è indispensabile, RESTA A CASA!

Seguici anche su Instagram@F1inGenerale

F1 | FIA abbandona la regola che limita le modifiche al design del casco