F1 | La FIA aveva già deciso di penalizzare Hamilton prima della gara. Perchè ha aspettato l’8° giro?

L’emittente finlandese “CMore” conosceva l’ammontare della penalità di Hamilton prima che la gara iniziasse. Se la FIA aveva già preso la decisione, perchè ha aspettato l’inizio della corsa piuttosto che arretrare l’inglese in griglia?

Hamilton penalità FIA

Lewis Hamilton, come ormai risaputo, ha effettuato due prove di partenza in aree non abilitate nei minuti precedenti al via del Gran Premio. Nello specifico, il;sei volte campione del mondo ha preferito provare a scattare circa 250 metri più avanti, al fine di migliorare le proprie sensazioni su un asfalto meno gommato rispetto alla zona dove tipicamente i piloti provano le partenze. Hamilton penalità FIA

La scelta di Hamilton, ripetuta per due volte dopo essersi confrontato con la propria squadra via radio, ha fatto scattare l’investigazione da parte della FIA per la violazione dell’articolo 19.2 del regolamento sportivo. La;questione era piuttosto semplice e non necessitava troppe valutazioni da parte dei commissari: il regolamento vieta espressamente di fermarsi nella fast lane, area nella quale si è invece piazzato Lewis Hamilton per provare le proprie partenze.

La decisione dunque poteva arrivare già nell’immediato, non appena accertata la violazione. Tuttavia, l’investigazione è terminata soltanto a gara già avviata, per la precisione non appena terminato l’ottavo giro.

Ma in realtà la decisione era stata presa molto prima!

Osservando alcuni spezzoni della trasmissione finlandese “CMore”, si può notare come il commentatore dell’emittente abbia svelato con precisione a quanto ammontasse;la penalità di Hamilton quando ancora le vetture dovevano iniziare il giro di formazione. Con tutta probabilità, l’esito dell’investigazione è stato “spifferato” in anticipo a Cmore da Mika Salo, commissario finlandese del GP di Russia 2020.

Ciò significa dunque che la Federazione aveva già accertato che Hamilton aveva;violato quel punto del regolamento prima che la gara iniziasse. Hamilton penalità FIA

Se la FIA aveva deciso di sanzionare Hamilton prima della gara, perché non arretrarlo in griglia?

Dal momento che era già stato;deciso prima della partenza che Hamilton sarebbe stato punito, la penalità poteva anche essere inflitta in una misura diversa. Tendenzialmente le infrazioni commesse prima dell’inizio del Gran Premio si tramutano in un arretramento in griglia del pilota in vista della partenza.;Data la semplicità della questione, era legittimo aspettarsi che la penalità sarebbe stata inflitta proprio in queste;modalità: 10 posizioni in griglia avrebbero rappresentato una sanzione forse più appropriata rispetto alla violazione concreta;commessa da Hamilton, che avrebbe così avuto maggiori possibilità di rimonta nelle concitate prime fasi di gara. Hamilton penalità FIA

I commissari hanno invece preferito aspettare l’8° giro per comunicare la sanzione, che a quel punto non poteva che essere una penalità di tempo.

Quando penalizzare un top team spinge i commissari a riflettere più del dovuto

E’ opinione di chi scrive che questo sia lo scoglio che ha spinto i commissari a ritardare la delibera. Sebbene, come abbiamo visto, bastasse la semplice applicazione del regolamento per accertare la colpa di Lewis Hamilton (tant’è che, come testimonia CMore,;la decisione era stata presa ben prima del via), la;discussione dei commissari si è comunque protratta di svariati minuti più del dovuto.

Con tutta probabilità, prima di penalizzare un top team come Mercedes, e nello specifico il pilota che proprio in quel Gran Premio aspirava ad eguagliare il record assoluto di vittorie, i commissari hanno preferito prolungare la discussione anche quando la decisione era stata nei fatti presa, arrivando così fino all’ottavo giro. Quando invece, riflettendoci, poteva bastare la semplice applicazione del regolamento, strada;che sarebbe stata invece percorsa se oggetto dell’indagine fosse stata una Haas, o una WIlliams.

Così facendo, si è;invece arrivati ad applicare una penalizzazione piuttosto pesante, che ha messo in luce ancora una volta l’inadeguatezza del sistema sanzionatorio;attuale. Decisioni pronte e sicure aiutano il pubblico a seguire al meglio gli sviluppi di un Gran Premio, ad aspettarsi la stessa sanzione a parità di infrazione.

Seguici anche su Instagram

F1 | GP Russia 2020 – Classifica piloti e team [Round 10/17]

 

 

Davide Galli

Studente di giurisprudenza e appassionatissimo fin dall’infanzia di Formula 1. Amo qualunque cosa faccia "bruum"