F1 | La FIA elimina i due punti di penalità a Lewis Hamilton

Dopo un’attenta analisi dei team radio, i commissari hanno modificato la loro decisione nei confronti del pilota di Stevenage.

Hamilton punti licenza

Il week-end che non ti aspetti arriva proprio quando tutti stanno parlando di te. Il Gran Premio di Russia, nel quale avremmo dovuto assistere all’aggancio di un altro record storico, si è rivelato più complicato del previsto per Lewis Hamilton. Già dalla confusa qualifica di ieri era emerso come l’inglese, nonostante la Pole da urlo, avesse comunque rimediato una sorta di credito, se così si può chiamare, con la dea bendata. E oggi, la situazione è notevolmente cambiata. Hamilton ha infatti ricevuto ben dieci secondi di penalità, in due da 5 ciascuna, e 2 punti sulla super licenza.

Il motivo? Lo stesso in entrambi i casi: posizionamento sbagliato nel provare la partenza in pit lane. Con la sua Mercedes, il Campione del Mondo ha simulato il momento dello stacco frizione praticamente in pista, rimanendo ovviamente dentro alla riga bianca che delimita l’uscita dai box.

Ma gli stewards, dopo un reclamo della stessa Mercedes, hanno cambiato idea. Pare infatti che l’errore non sia stato commesso dal pilota, ma dalla scuderia, che lo avrebbe autorizzato nelle due occasioni a sostare molto più avanti del previsto. Dunque, i due punti sulla licenza per Hamilton sono stati rimossi, mentre è arrivata una multa di 25.000€ per la squadra tedesca.

Insomma, in una gara corsa tra nervosismo e consapevolezza di non poter eguagliare Schumacher nelle sue 91 vittorie, all’inglese non è andata poi così male.

Di sicuro, non sono questi i fine settimana che abbattono un gigante come Lewis Hamilton. Certo, Bottas, con la sua vittoria, ha riguadagnato fiducia, e il record del Kaiser dovrà aspettare minimo altre due settimane, prima di poter essere definitivamente eguagliato. Ma, dando uno sguardo più ampio, il week-end dell’asso di Stevenage, non è stato poi così disastroso. Infatti, con un’altra sanzione al Nürburgring, sarebbe scattata la squalifica per una gara.

Qualcosa che, in un campionato anomalo come questo, è assolutamente da evitare. E poi, di sicuro, non ci sarà occasione migliore del GP di Germania per mettersi di fianco a Schumi nei successi. A casa del tedesco e, soprattutto, a casa della Mercedes.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

F1 | Leclerc annuncia “grossi aggiornamenti” per il GP di Germania

Simone Casadei

I sogni bisogna inseguirli da giovani. Quella che ora è solo pura passione, cercherò di trasformarla al più presto nella mia vita, nel mio lavoro.