F1 | La FIA ridurrà il carico aerodinamico sulle vetture per ragioni di sicurezza

Sebbene gran parte del lavoro in questi mesi sia stato fatto per creare un nuovo regolamento, l’attuale era F1 non è ancora terminata. Per questo motivo, al fine di garantire la sicurezza dei piloti, la FIA ha deciso che per la stagione 2021 i carichi aerodinamici saranno minori. F1 FIA carico aerodinamico

F1 FIA carico aerodinamico
Credits: SportFair

Dopo le esplosioni degli pneumatici di Lewis Hamilton, Valtteri Bottas e Carlos Sainz Jr nel primo dei due GP in programma sul circuito di Silverstone, la FIA ha deciso di intervenire ulteriormente. Il fine è quello di creare situazioni di maggiore sicurezza strutturale per i piloti indipendentemente dai fattori variabili che si registrano weekend dopo weekend. F1 FIA carico aerodinamico

La Federazione ha già in precedenza affrontato questa tematica. I primi tagli alla carico verticale pensati per il 2021 prevedevano l’assenza di slot aperti nel fondo vettura, evitando così di generare ulteriore deportanza creata da questi condotti.

La FIA e i team hanno riconosciuto coscientemente che i potenziali ulteriori carichi derivanti dall’aerodinamica potrebbero mettere in crisi le gomme che hanno già diversi mesi di vita. Questo dunque ben oltre le previsioni fatte al momento della realizzazione delle nuove mescole avvenuta 2 anni fa.

Sebbene l’evoluzione prevista per quanto riguarda la deportanza delle vetture 2021 non si prospetti particolarmente gravosa rispetto ai valori attuali, nessuno ha voluto correre ulteriori rischi. La volontà generale è cercare di non sovraccaricare le mescole, che non subiranno variazioni strutturali, sino al 2022.

Con l’introduzione dei nuovi regolamenti e delle nuove indicazioni generali sulla progettazione delle monoposto, anche le gomme verranno riviste. Si passerà dalle gomme da 13″ a quelle da 18″ già introdotte nelle serie minori; frutto del lavoro degli esperti di casa Pirelli.

I team hanno avuto la notizia di questa ulteriore stretta sul carico aerodinamico tramite la stessa lettera inviata da Peter Bayer, segretario generale della FIA per il motorsport, con cui la Federazione ha fatto sapere che la mappatura da qualifica sarà bandita a partire dal Gran Premio del Belgio di quest’anno.

La lettera presenta il seguente contenuto:

“Siamo grati del supporto che abbiamo ricevuto dalla Pirelli. Abbiamo chiesto loro di continuare a fornirci, per il terzo anno di fila, le stesse gomme. Considerati i recenti avvenimenti, abbiamo ritenuto insufficienti i cambiamenti che avevamo deciso di apportare per la prossima stagione. Dunque intendiamo introdurre ulteriori restrizioni alla downforce ai sensi dell’articolo 2.2 del regolamento tecnico 2021. I cambi di regolamento saranno discussi con i team e richiederanno l’approvazione del Consiglio Mondiale del Motorsport”, conclude la lettera di Bayer.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

F1 | GP Toscana 2020: Mugello a lavoro per aprire le tribune a un numero ristretto di appassionati

mm

Matteo Quattrocchi

Studente presso L’Università degli Studi di Pavia, fotografo sportivo e appassionato di motori da sempre.