F1 | La Formula 1 pronta a tornare in Africa

Stefano Domenicali, CEO della F1, a proposito del calendario 2021, non esclude una gara in Africa. Al momento Domenicali spera che si riesca a organizzare una gara ad Hanoi (Vietnam), ma anche un secondo GP negli USA, è dal 2018 che la F1 sta lavorando all’organizzazione del GP di Miami (USA).

F1 Africa 2021
Credits Kyalami Grand Prix Circuit

Secondo le ultime dichiarazioni di Stefano Domenicali, CEO della F1, nel calendario del 2021 potrebbe essere inserita una gara in Africa. L’ultima volta che la F1 ha organizzato il Gran Premio in Africa è stato nel 1993, sul circuito di Kyalami.

Al momento sono previste 23 gare nel 2021, ma la pandemia potrebbe costringere gli organizzatori a modificare ulteriormente il calendario.

La gara in Vietnam

Il Gran Premio del Vietnam, ad Hanoi, è stato lasciato fuori dal calendario 2021. La prima gara sul circuito stradale, costruita ad Hanoi, si sarebbe dovuta tenere ad aprile dello scorso anno. Venne tolto dal calendario a causa della pandemia di Coronavirus.

Il Vietnam non è più nel calendario, ma è ancora un’opzione aperta“, ha detto Domenicali. “È stato un investimento incredibile. Quindi è ancora sul tavolo della discussione per un evento futuro.”

La complessa questione del circuito di Miami

La Formula 1 non ha nemmeno rinunciato alla speranza di correre a Miami, negli Stati Uniti. La gara di Miami è stata proposta per la prima volta nel 2018. La proposta è stata tenacemente osteggiata da un gruppo locale. La F1 aveva un accordo per una gara di Miami nel 2021.

Domenicali è desideroso di aggiungere la sede come secondo evento statunitense insieme all’attuale gara sul circuito delle Americhe ad Austin.

La nostra strategia in futuro sarà quella di essere più presenti negli Stati Uniti con più di un Gran Premio“, ha detto. “Austin è stata molto importante negli ultimi anni del nostro calendario. Lo sarà anche in futuro e stiamo discutendo con loro del rinnovo dell’accordo”.

E naturalmente Miami è un posto dove stiamo cercando. Non posso dire di più. Ma di sicuro, c’è un grande interesse da parte di entrambe le parti ad essere lì.

I circuiti che potrebbero tornare in calendario

Altri potenziali promotori di gara hanno espresso interesse per la F1.

Questo è fondamentalmente in Nord Africa [e] Sud Africa, che posso dire. Questo è qualcosa di molto importante, penso, in termini di avere in un posto nuovo o vecchio posto con una grande eredità in Formula 1.”.

Lo scorso anno la Formula 1 è tornata in alcune sedi europee che non disputavano gare da diversi anni, tra cui Imola e il Nurburgring. Domenicali ha indicato che alcune gare europee potrebbero tornare nei programmi futuri.

Tuttavia, con un record di 23 gare già programmate quest’anno, sarà molto difficile incorporare ulteriori eventi.

Abbiamo perso alcune gare europee. Adesso stanno dimostrando il loro interesse per essere riconsiderate. Quindi ciò che accadrà in futuro è che dobbiamo decidere qual è il giusto equilibrio. Valuteremo il numero di gare,  le aree più strategiche per i team, l’ interesse per le emittenti, quello per i media e quello degli sponsor. A quel punto decideremo quale sarà la strada giusta da percorrere”.

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

 

F1 | Domenicali e l’ipotesi sprint race al sabato: “La stiamo valutando, da testare forse già nel 2021. No alla griglia invertita”

 

Victoria L.

Lavoro come account in una web agency. Appassionata di Formula 1 e tifosa della Ferrari da quando vidi il Gran Premio di Jerez del 1997.