F1 | La Formula 1 sta pensando di abbandonare il DRS se i regolamenti del 2022 avranno successo

La Formula 1, con l’arrivo dei nuovi regolamenti del 2022, sta valutando la possibilità di togliere l’utilizzo del DRS.

DRS 2022

Nel 2022 la Formula 1 apporterà drastiche revisioni sui regolamenti tecnici per garantire ai piloti di svolgere gare dove saranno più ravvicinati l’uno con l’altro limitando l’impatto con l’aria sporca del pilota davanti e valuta la possibilità di togliere l’uso del DRS in futuro.

Dieci anni fa la Formula 1 ha introdotto il DRS (Drag Reduction System) che ha aiutato i piloti a sorpassare in determinate zone del circuito. Il sistema ha aumentato il numero di sorpassi e lo spettacolo durante i Gran Premi. Ma ha portato anche a numerose polemiche da parte dei piloti, dei media e dai fans. La lamentela più frequente è il fatto che il DRS semplifica troppo i sorpassi e rimuove le capacità del pilota.


Leggi anche:F1 | Ferrari e simulatore 2022, parla Binotto: aiuterà già a preparare Abu Dhabi?


Ora la Formula 1, sperando che queste modifiche funzionino realmente, sta pensando di rimuovere l’uso del DRS. Andrea Seidl conferma che questa possibilità è stata davvero discussa con i dirigenti: “Sarei favorevole ad abbandonare l’uso del DRS. Indipendentemente dai regolamenti ma per farlo, ovviamente, abbiamo bisogno di macchine che possano correre vicine l’una all’altra e dove non c’è bisogno di DRS per assicurarsi di avere manovre di sorpasso. Ho ancora molta speranza che forse dopo aver visto come vanno queste vetture in pista e magari migliorando la situazione in termini di corse, forse possiamo arrivare a quel punto dove si potrà rimuovere il DRS”.

Un chiaro esempio di polemica per l’uso del DRS è avvenuto durante il GP del Brasile. Dove Hamilton è stato squalificato dalle qualifiche del venerdì per essere sceso in pista con un alettone mobile che non ha superato l’ispezione tecnica.

 

Seguici anche sui social: TelegramInstagramFacebookTwitter

Erik Jozsef Vaccari

Classe ’99. Appassionato di Formula 1 dal 2016. Studio economia del turismo a Rimini. Futuro giornalista? Futuro imprenditore alberghiero? Non so vedremo. Ora testa bassa e si lavora duro.