F1 | La McLaren potrebbe mettere un’ipoteca su alcune vetture e sul quartier generale

McLaren ipoteca vetture
Quartier Generale McLaren – Foto f1sport

Per arginare le perdite economiche dovute allo stop causato dalla pandemia, la McLaren sta pensando di ipotecare il quartier generale ed alcune vetture storiche.

 

Tra gli effetti provocati dal Corona virus sulla Formula 1 vi sono senza dubbio le gravi perdite economiche con cui sia i team che la Federazione devono fare i conti. La McLaren sta cercando delle soluzioni e proprio per questo potrebbe mettere un’ipoteca, oltre che sul quartier generale, anche su alcune delle vetture che hanno fatto la storia di questo sport.

L’obiettivo della scuderia di Woking sarebbe quello di raccogliere circa 275 milioni di sterline. Iniziative simili erano state prese nelle scorse settimane anche dalla Williams che, tuttavia, grazie a un prestito da parte di Michael Latifi, padre di Nicholas, è riuscita ad assicurarsi una garanzia sulle monoposto.

Dietro la scelta della Mclaren ci sarebbe un rifiuto, da parte del governo britannico, alla richiesta di 150 milioni fatta dal consulente JP Morgan.

Alcune delle vetture sono state già vendute negli anni scorsi anche se dell’enorme collezione fanno ancora parte le monoposto più vincenti, tra cui quelle di  Senna. Da una stima provvisoria, il valore totale si aggira intorno ai 250 milioni di sterline, a cui si aggiungono i 200 dell’azienda.

“Come tutte le aziende inglesi, anche noi in McLaren dobbiamo far fronte alle perdite causate dalla pandemia. Sul tavolo ci sono varie soluzioni”. Con queste parole un delegato McLaren ha commentato quella che è la situazione economica della scuderia britannica.

McLaren ipoteca vetture
Museo McLaren – Foto flickr

Già nel 2017 alcune vetture rischiarono di essere vendute ma poi grazie all’estinzione del pagamento di 37,5 milioni le monoposto rimasero nella collezione. Di questa fanno ancora parte le MP4 di Niki Lauda, Ayrton Senna, Alain Prost, Hakkinen e Lewis Hamilton. Tutte auto che hanno fatto la storia della Formula 1, dagli anni Ottanta fino ad oggi.

La speranza è ovviamente che la situazione possa risolversi nel migliore dei modi per la McLaren e per la sua storia.

Seguici su Instagram

 

F1 | Ufficiale, il GP del Belgio sarà a porte chiuse