F1 | La Turchia pronta a tornare in calendario nel 2020

Il Governo turco ha confermato che Istanbul potrebbe essere una nuova tappa nel calendario 2020 di F1. Ritorno F1 Turchia 2020

gp turchia incidente red bull Ritorno F1 Turchia 2020
Foto La Repubblica

Questo pazzo calendario 2020 ci ha già portato new entry e grandi ritorni, come Imola e il Nurburgring. Ma le sorprese sembrano non essere finite, infatti da quanto appreso dal governo turco il paese sta spingendo per ospitare una gara nel 2020. Il circuito in questione sarebbe quello di Istanbul, che ha ospitato l’ultima volta un GP nel 2011. Ritorno F1 Turchia 2020

Con il recente annullamento dei GP americani, la F1 è sempre in cerca di nuove località per poter allungare il calendario 2020. Visti anche i recenti dubbi sulla tappa spagnola, i contatti con il governo turco sono in corso.

Istanbul Park che però ha bisogno di qualche ritocco e sopratutto di un rinnovo della licenza di grado 1, scaduta qualche mese fa. Il circuito costruito nel 2005 ha ospitato tutti i GP della Turchia di F1 dal 2005 al 2011. Ultima gara disputata che ha visto trionfare Sebastian Vettel sulla Red Bull, nel 2010 invece il circuito turco fu luogo del contatto proprio tra i 2 compagni di squadra del Team austriaco. Si tratta di un circuito molto veloce e con curve da media alta velocità che potrebbero essere interessanti da affrontare con queste auto; inoltre la particolare conformazione della curva 8 è stata fonte di ispirazione dell’ultimo settore del circuito di Austin.

Il governo conferma il suo impegno in una dichiarazione: “Stiamo lavorando per permettere al circuito di Istanbul di ospitare il GP nel 2020, faremo tutto ciò che è necessario per riportare un gara in Turchia in questo 2020.”

Visto anche il desiderio di Liberty Media di arrivare almeno a 18 gare in questo 2020 le chance per circuiti come l’Istanbul Park aumentano.

Seguici anche su Twitter

F1 | GP Gran Bretagna – Anteprima Ferrari: “Due gare fondamentali per comprendere meglio la vettura”